Jesi, rabbia e parolacce dell'assessore Tesei per la pallanuoto fuori dalla piscina

Parole forti dai social per attaccare gli ex amministratori anche sulle nuove isole eologiche che stanno creando non pochi problemi in centro. L'opposizione all'attacco chiede al sindaco di prenderne le distanze.

A destra l'assessore Tesei nella tarsferta senigalliese del Trofeo città di Jesi

A destra l'assessore Tesei nella tarsferta senigalliese del Trofeo città di Jesi

Jesi (Ancona), 6 gennaio 2024 – Sostituisce il vicesindaco Samuele Animali alla competizione di pallanuoto ‘Trofeo città di Jesi’ a Senigallia, si lascia andare ad espressioni colorite per il fatto che la manifestazione debba svolgersi fuori Jesi, utilizzando anche parole colorite e in un attimo finisce nel mirino. E’ l’assessore Alessandro Tesei, già bersagliato nelle scorse settimane per le sue dichiarazioni contro la Chiesa (‘Per combattere il patriarcato dovremmo seriamente mettere in discussione e sotto accusa l‘ideologia e la mentalità cattolica. Sennó si guarderebbe il dito e non la luna..’ ha scritto nelle scorse settimane su Facebook scatenando un vespaio di polemiche’. Stavolta ha esordito: “Al di là del piacere di aver rivisto il Vicesindaco e assessore allo sport locale Riccardo Pizzi, che ringrazio anche per l’ospitalità, al di là del divertimento nell'aver assistito a qualche gara di uno sport che conoscevo solo superficialmente, al di là della splendida accoglienza di Gigio Traini e tutti gli organizzatori e della passione che dimostrano, l'elefante nella stanza è: perché il Trofeo Città di Jesi lo si deve fare a Senigallia? Perché il Trofeo Città di Jesi lo si deve fare a Senigallia? – ha rimarcato oggi Tesei dalla sua pagina Facebook- Perché qualche anno fa, quando ci fu la ristrutturazione della piscina comunale a Jesi, chi doveva vigilare affinché ci potesse essere una vasca adatta a praticare anche questo sport, probabilmente stava facendo altro. E non solo lui, ma molti di quelli che pontificano, lodandosi e credendosi migliori di chi c'è oggi (il riferimento è al recente attacco sulle isole ecologiche smart le quali stanno creando numerosi problemi in centro e su cui JesiAmo ha attaccato l'amministrazione, ndr). Guarda caso questa della piscina è solo l'ennesima delle tante str…. piccole o grandi che piano piano vengono a galla e che dimostrano una gestione quando va bene superficiale, in altri casi proprio alla caz.. di cane. E molte di quelle valutazioni forse sciocche o poco approfondite, si sono tramutate in eredità da gestire da chi ora è chiamato a governare questa città. Non parliamo della fontana o dell’ex Cascamificio – aggiunge l’assessore - che non finiremmo più...ma anche la piscina è una di queste, e i famosi cassonetti elettronici su cui avete anche il coraggio di parlare, un'altra. Posso garantirvi che la gestiremo, molto meglio di come voi la avete (non) pensata. Le cose necessitano di pensiero e tempo, vanno capite e studiate. Perché se le fai senza approfondire e male, poi devi tamponare in emergenza. Per lo meno abbiate la decenza di stare in silenzio, voi e i vostri pagliacci da assalto”. Parole forti che hanno subito scatenato reazioni politiche dall’opposizione con tanto di richiesta al sindaco Lorenzo Fiordelmondo di prendere le distanze.