L’Ancona cancella il "repulisti" di Donadel. Rientra anche Moretti ed è caccia a Rolfini

L’attaccante sarà il terzo "acquisto" del mercato di riparazione: segno che la scorsa estate le scelte dell’allenatore furono determinanti

L’Ancona cancella il "repulisti" di Donadel. Rientra anche Moretti ed è caccia a Rolfini
L’Ancona cancella il "repulisti" di Donadel. Rientra anche Moretti ed è caccia a Rolfini

E’ il giorno del ritorno di Federico Moretti. Il terzo acquisto sul mercato di gennaio, dopo quelli di Mondonico e Prezioso, è un altro ex. L’attaccante teramano ha impiegato qualche giorno in più per mettersi a disposizione della società dorica, a causa proprio di alcuni dettagli da sistemare con quella di provenienza. L’esperienza di Moretti a Brindisi non è stata certo di quelle indimenticabili, dunque l’attaccante rientra ad Ancona, dove in realtà non lo avrebbe mai ceduto nessuno, lo scorso agosto, se non lo avesse deciso Donadel. In realtà questo plurale ripensamento che riguarda diversi giocatori ceduti o salutati la scorsa estate non fa altro che confermare il fatto che determinate scelte, sul mercato estivo, siano state dettate proprio dal tecnico poi esonerato dopo nove giornate di campionato.

Se certi giocatori rientrano oggi alla base, infatti, è perché avevano un buon rapporto con la società ma, evidentemente, non godevano della medesima fiducia da parte dell’allenatore di Conegliano che era stato confermato sulla panchina dell’Ancona e che probabilmente ha imposto delle scelte chiare alla società.

Che quello effettuato da Donadel sia stato un vero e proprio repulisti – ben quattordici giocatori dello scorso anno non sono stati riconfermati o sono stati ceduti – trova dunque conferme nelle scelte societarie attuali. Al di là del fatto, infatti, che questa squadra sia "più forte" di quella dell’anno scorso, come ha ripetuto più volte il diesse Micciola, oppure lo sia meno -- certamente è meno funzionale al gioco di Colavitto -- una cosa è sicura: per diverse ragioni la scorsa estate sono stati commessi degli errori e, in generale, Colavitto s’è trovato in mano una squadra non costruita da lui, che ora ha diversi giocatori che non remano dalla parte dell’allenatore e della società: così il diesse Micciola corre ai ripari e il fatto che i primi tre innesti invernali siano calciatori della passata stagione non è un caso, perché l’Ancona è andata a cercare elementi dal valore sicuro e soprattutto facilmente inseribili in squadra, capaci di fare gruppo. Ecco, dunque, prima Mondonico e Prezioso, ed ecco che oggi è attesa la firma anche per Federico Moretti, attaccante duttile e generoso che sarà a disposizione di Colavitto sin dalla prima di ritorno, domenica prossima contro la Virtus Entella. Sul fronte uscite, dopo quella di Eduard Dutu, che era in prestito dalla Fiorentina e che è uscito per accasarsi alla Virtus Francavilla, il diesse Micciola ora deve trovare squadra a diversi altri giocatori. Sono Nador, Peli, Marenco, Kristoffersen e Gavioli: quattro che l’Ancona vorrebbe collocare altrove per fare spazio ai rinforzi di gennaio. Per quanto riguarda Gavioli, c’è da registrare l’interesse di Potenza e Lumezzane. Sul fronte ingressi restano caldi i nomi come quello di Riccardo Calcagni, centrocampista classe 1994 ed ex Matelica attualmente al Novara, e quello di Alex Rolfini, attaccante classe 1996 ex Ancona attualmente al Vicenza: anche dal Veneto confermano l’interessamento da parte dell’Ancona, ma la trattativa potrebbe essere complessa.

Giuseppe Poli