Malore mentre guida. Vigilante contro un albero

Una 48enne dei "Rangers" si schianta vicino a Ingegneria: salva per miracolo. Ubriaco scatena il parapiglia in pronto soccorso, fermato dalle guardie. .

Malore mentre guida. Vigilante contro un albero
Malore mentre guida. Vigilante contro un albero

Si è schiantata contro un albero mentre era in servizio: soccorsa una vigilante dei Rangers. La metronotte era in servizio, come ogni sera, per le strade di Ancona, a bordo della Volkswagen Polo aziendale. Stava pattugliando la zona periferia della città, nei quartieri nuovi. Si trovava proprio all’altezza della facoltà di Ingegneria, al Q2 quando – forse a causa di un malore – avrebbe perso il controllo dell’auto finendo contro un albero. Una tragedia sfiorata. Sulla dinamica dell’incidente, sono ancora in corso gli accertamenti. L’auto su cui viaggiava sarebbe rimasta in balìa di sé stessa e prima di terminare la sua corsa contro l’albero, che è stato abbattuto, avrebbe scavalcato un cordolo e attraversato completamente un’area verde, di quelle che costeggiano la zona, nei pressi del liceo scientifico Galilei. In una manciata di minuti, sul posto, l’ambulanza del Comitato di Ancona della Croce Rossa, con le volanti della polizia, l’automedica e i vigili del fuoco. Per la 48enne si è temuto il peggi. E’ stata ricoverata a Torrette per un sospetto trauma toracico. La Croce Gialla è intervenuta invece per un mezzo di AnconAmbiente finito fuori strada: si è schiantato contro le abitazioni. È accaduto ieri mattina, attorno alle 8.30, nel quartiere della Montagnola. Il furgoncino della nettezza urbana, alla cui guida c’era un 60enne, dipendente della municipalizzata, sarebbe finito fuori strada, forse a causa della distrazione o – più probabilmente – di un malore. Immediata la chiamata ai soccorsi. Sul posto, oltre ai vigili per regolare il traffico e riscostruire la dinamica dell’incidente, anche i pompieri. L’operatore ecologico è stato trasportato all’ospedale regionale di Torrette, ma non verserebbe in gravi condizioni. I medici del pronto soccorso, poche ore prima, al triage di via Conca, hanno avuto il loro bel daffare per calmare un 27enne ubriaco che aveva scatenato il parapiglia. Ci hanno pensato i vigilantes a calmarlo. Il giovane era stato soccorso da un equipaggio della Gialla di Ancona poco distante da lì. Qualcuno aveva allertato la sala operativa del 112 perché il ragazzo si trovava disteso a terra, sul marciapiede di via Esino, all’incrocio con via Conca, a due passi dall’ospedale. Ieri mattina, altro intervento, ma stavolta in zona porto, dove un membro dell’equipaggio di una nave battente bandiera greca, in partenza per tornare in patria, avrebbe accusato forti dolori al petto. Si tratta di un 45enne ellenico.

ni.mor.