Mister Colavitto mischia le carte. Domani si gioca contro la Juve

Iniziato il conto alla rovescia per il match di Alessandria. I bianconeri schierano forse. un 3-4-1-2 con duo d’attacco.

Mister Colavitto mischia le carte. Domani si gioca contro la Juve
Mister Colavitto mischia le carte. Domani si gioca contro la Juve

Il conto alla rovescia per la partita di domani ad Alessandria contro la Juventus Next Gen è quasi terminato. Oggi per i dorici la rifinitura a porte chiuse e le scelte finali di mister Colavitto. Ieri, al Paolinelli, il tecnico ha provato titolari contro riserve nascondendo le carte e schierando da entrambe le parti un 3-5-2 o un 3-4-3. Una difesa a tre in cui tra i presunti titolari al posto dello squalificato Mondonico c’era Marenco, insieme a Cella e Pellizzari. Esterni Barnabà e Agyemang – anche da questo la sensazione che il mister abbia nascosto le sue scelte in vista del match al Moccagatta – In mezzo Saco, Gatto e Paolucci con quest’ultimo pronto a trasformare il 3-5-2 in un 3-4-3 con il possesso di palla, più avanti Giampaolo e Spagnoli. La sensazione è quella che il tecnico di Pozzuoli si affidi nuovamente a questo modulo che nelle ultime settimane ha dato alla squadra una certa solidità difensiva, pur togliendole peso in avanti. In alternativa, però, Colavitto potrebbe schierare un 4-3-3 con Cella e Pellizzari centrali, Clemente e Martina terzini, a centrocampo Saco, Gatto e Paolucci, in attacco Energe, Spagnoli e Cioffi.

Ieri, in campo, anche il greco Vogiatzis, al primo allenamento con i compagni: un po’ spaesato, almeno apparentemente, anche perché pare che i sei mesi di permanenza a Giugliano non gli siano bastati per imparare l’italiano.

Tutti a disposizione di Colavitto, comunque, una buona notizia visto che l’Ancona ad Alessandria avrà squalificati sia Mondonico sia Prezioso. Ad Alessandria, arbitrerà Maria Marotta di Sapri. Con lei, gli assistenti Giuseppe Luca Lisi (di Firenze) e Nidaa Hader (di Ravenna) e il quarto ufficiale Adam Collier, di Gallarate.

Sul fronte Juventus, mister Brambilla dovrebbe affidarsi a quel 3-4-1-2 che si dice abbia dato grandi certezze alla squadra bianconera, con in attacco il duo composto da Guerra e Sekulov. Ieri, a fine allenamento, al Paolinelli, Daniel Giampaolo ha parlato del suo arrivo all’Ancona e della squadra: "Il motivo per cui ho scelto Ancona è perché ho voluto mantenere la categoria e appena mi si è presentata l’occasione per venire ad Ancona non ci ho pensato due volte. Sono arrivato come rinforzo di gennaio per aiutare la squadra e ho trovato un ottimo ambiente, altrettanto il gruppo, con lo staff tecnico molto preparato che aiuta ogni giorno i ragazzi a esprimersi al meglio. Finora, credo che l’Ancona abbia vissuto un periodo negativo, con gli episodi che le girano contro, ma con il lavoro quotidiano si può riuscire ad uscire da questa situazione. A gennaio, potevamo fare qualche punto in più, tolta la partita contro il Cesena, contro cui comunque abbiamo disputato un grande primo tempo. Con il Gubbio, forse, c’è mancata la cattiveria sotto porta, ma abbiamo disputato una grandissima prestazione". g.p.