Paura su corso Garibaldi. In gruppo vestiti di nero con mazza da baseball e passamontagna: bloccati

Uno aveva una pistola giocattolo. Intercettati da poliziotti in borghese che hanno fatto intervenire i colleghi e i carabinieri: fermati e denunciati.

Paura su corso Garibaldi. In gruppo vestiti di nero con mazza da baseball e passamontagna: bloccati
Paura su corso Garibaldi. In gruppo vestiti di nero con mazza da baseball e passamontagna: bloccati

Arrivano in centro con berretti, passamontagna e cappucci fino a coprire il volto brandendo una mazza da baseball e impugnando una pistola giocattolo. Così sabato pomeriggio si è presentato un gruppo di ragazzi, in corso Garibaldi, durante lo struscio pomeridiano delle 17. Erano almeno una decina e sono stati notati mentre da piazza Cavour, dove si trova la ruota panoramica e le casette dei mercatini, imboccavano il corso principiale. Una presenza che ha inquietato i passanti perché i ragazzi, che sembrerebbero tutti maggiorenni, erano vestiti di scuro, alcuni con il volto travisato da passamontagna, berretti, cappucci e scaldacollo alzati fino agli occhi. Capofila c’era un giovane con una mazza da baseball in mano e dietro di lui uno con la pistola. Il gruppetto è stato visto da tre poliziotti che si trovavano in centro, liberi dal servizio. Gli agenti li hanno tenuti d’occhio e inseguiti fino a quando non sono arrivati in piazza Pertini. Il gruppetto lì ha iniziato a ballare e cantare, come se nulla fosse. Mentre uno di loro brandiva la mazza da baseball l’altro aveva nelle mani l’arma giocattolo. Sul posto sono stati chiamati, in ausilio ai tre poliziotti in borghese, altri agenti e anche una pattuglia dei carabinieri.

I ragazzi, stando a quanto hanno riferito loro stessi alle forze dell’ordine, stavano facendo un video clip musicale amatoriale e si erano vestiti in quel modo a posta. Non hanno pensato che qualcuno poteva spaventarsi. Il gruppetto è stato tutto identificato. Erano tutti stranieri, nordafricani, regolari sul territorio e senza precedenti penali. Uno, quello con la pistola, è riuscito ad allontanarsi prima che la polizia lo fermasse per identificarlo. La mazza da baseball è stata sequestrata. Il ragazzo che l’aveva è stato portato in questura e denunciato per porto abusivo d’armi ed oggetti atti ad offendere. Per tutti gli altri soggetti il questore di Ancona valuterà nelle prossime ore l’applicazione di idonee misure preventive. Sono in corso accertamenti sul video che volevano girare e sul giovane con la pistola che è fuggito prima di essere identificato.

ma. ver.