Piazza Lamarmora, al via i lavori per rifare la strada coi sampietrini

Lavori di risanamento del selciato stradale di Piazza Lamarmora iniziati per garantire sicurezza a pedoni e veicoli. Interventi anche su Corso 2 Giugno, Piazza Roma, Via Armellini e Via F.lli Bandiera. Lavori anche su Via Testaferrata, Strada della Bruciata e Viale Anita Garibaldi. Interventi anche sul Lungomare Da Vinci.

Piazza Lamarmora, al via i lavori per rifare la strada coi sampietrini
Piazza Lamarmora, al via i lavori per rifare la strada coi sampietrini

Sono iniziati lavori di risanamento del selciato stradale di Piazza Lamarmora. L’intervento si è reso necessario in quanto l’attuale pavimentazione versa in cattive condizioni di conservazione, tali da rappresentare un serio pericolo per i pedoni, dei veicoli in transito e di quelli che usufruiscono dei parcheggi in Ztl. I lavori sono eseguiti dalla Ditta "Selvetti Carlo e figli" di Rosora, che si è aggiudicata la gara presentando un ribasso pari al 7,13%. Il costo dell’intervento ammonta complessivamente a 60mila euro.

É prevista la posa in opera dei sampietrini sopra un basamento in cemento debolmente armato, dello stesso tipo di quello realizzato in Via Armellini. Questo intervento si aggiunge a quelli già eseguiti su Corso 2 Giugno, Piazza Roma, Via Armellini e Via F.lli Bandiera allo scopo di garantire condizioni di sicurezza soprattutto rivolte ai pedoni.

In programmazione è anche la sistemazione di Via Testaferrata. Lavori di risanamento del manto stradale che hanno già interessato anche strada della Bruciata e che proseguono, con il secondo stralcio, su viale Anita Garibaldi. Ritmi serrati nella speranza di poter avere un centro, ma anche le numerose arterie di collegamento fruibili e sicure in vista della stagione estiva. Nelle ultime settimane sono stati diversi anche gli interventi che hanno riguardato gli attraversamenti pedonali che sono stati illuminati in modo di aumentare la sicurezza.

Lavori che stanno interessando anche il lungomare Da Vinci, dove un tratto è stato interrotto e deviato per consentire lo svolgimento dei lavori del Residence che sorgerà sulle ceneri delle ex colonie Enel. "Si tratta di un intervento temporaneo" con queste parole alcuni Amministratori hanno voluto tranquillizzare sui social quanti pensavano ad un interruzione definitiva del percorso lineare presente da sempre sul lungomare di levante.