Sala del nuovo Fanesi intitolata a Giorgio Marinelli

La proposta arriva dalle liste di maggioranza che hanno sollecitato la giunta: "La memoria storica si arricchisce con il ricordo"

Sala del nuovo Fanesi intitolata a Giorgio Marinelli

Il maestro fotografo Giorgio Marinelli

Potrebbe essere una sala del nuovo Fanesi ad essere intitolata alla memoria di Giorgio Marinelli, maestro fotografo falconarese scomparso lo scorso 26 febbraio all’età di 85 anni e non affatto dimenticato dalla sua città. Che, anzi, grazie alla mozione depositata il 5 marzo dai capigruppo delle quattro liste di maggioranza, Giorgia Fiorentini (Uniti per Falconara), Luca Cappanera (Falconara in Movimento), Matteo Maculan (Direzione Domani) e Stefano Veronese (Falconara 2028), ora intende omaggiarlo in eterno, dedicandogli un locale comunale.

Dunque, come si apprende dal documento che dovrebbe essere discusso nel prossimo Consiglio, la squadra al fianco del sindaco Stefania Signorini ha effettuato una chiara valutazione che, senza colpi di scena, dovrebbe essere accolta.

"Nei prossimi anni saranno realizzate a Falconara importati opere pubbliche come la ristrutturazione dell’ex scuola Lorenzini e dell’ex Garage Fanesi con nuovi locali fruibili per moltissimi cittadini con destinazioni culturali e sociali – si legge nella nota –; la memoria storica di una comunità si arricchisce anche con il ricordo di personalità di spicco che tramite il loro esempio saranno un riferimento per la crescita delle generazioni future; Giorgio Marinelli è sicuramente una persona che tramite l’arte della fotografia, la sua conoscenza e l’insaziabile curiosità ha contribuito allo sviluppo culturale e sociale della nostra comunità".

Elementi che impegneranno l’assise civica a stimolare il primo cittadino e la Giunta a trovare i locali più adatti. E, con buonissime probabilità, quello spazio del tributo sarà all’interno della più grande incompiuta del centro città, il Fanesi, prossima a rinascere. Giorgio Marinelli ha rappresentato la memoria della città con i suoi racconti e le sue fotografie. Tra le tante pubblicazioni si possono trovare ‘Vecchia Falconara’ (1980) e ‘Dal Borgo alla Marina’ (1982), assieme allo storico Giuseppe Campana, ad Alberto Sabbatini e Luigi Marinelli. Negli anni 2000 ha pubblicato altri volumi con nuove immagini d’epoca ricercate negli anni, assieme a notizie storiche ed aneddoti falconaresi: ‘Falconara, La memoria’, ‘Falconara Alta, racconti e storie’, ‘Falconara, botteghe, negozi e tempo libero’, ‘Falconara, una scuola, una piazza’.

Ha realizzato innumerevoli mostre e proiezioni pubbliche, con immagini e racconti suoi e dei suoi allievi, in oltre quarant’anni di corsi organizzati con i circoli fotografici e con l’Unitre. Marinelli, peraltro, è stato tra i fondatori del circolo fotografico cittadino ‘Il Diaframma’. Durante la sua lunga carriera, ha raccontato quelle Marche che amava attraverso scatti indimenticabili. Non solo la sua regione, però. Più in generale tutto il mondo, grazie alla passione per i viaggi e la conoscenza delle nuove culture, imprimendo momenti indelebili.

Giacomo Giampieri