Smashito ‘rappa’ allo stadio: "La city dal gomito dell’Italy". Così Ancona sbarca su Spotify

Il Comune approva la promozione della città rivolta a giovani con un videoclip al Del Conero. Protagonista il rapper Lorenzo Tecco: "Con la musica si può dare luce alle nostre bellezze".

Smashito ‘rappa’ allo stadio: "La city dal gomito dell’Italy". Così Ancona sbarca su Spotify

Smashito ‘rappa’ allo stadio: "La city dal gomito dell’Italy". Così Ancona sbarca su Spotify

La promozione di Ancona a livello turistico passa anche tramite un video clip rapper. A realizzarlo, allo stadio del Conero, è stato Lorenzo Tecco, 26 anni, anconetano, in arte Smashito. Il Comune c’ha visto lungo e ha autorizzato, con un atto di giunta di giovedì, la diffusione del video musicale di Lorenzo che ora verrà pubblicato su tutti i digital store da Spotify a iTunes e molte altre piattaforme, e Instagram. L’obiettivo è guadagnare "visibilità nazionale e internazionale, utile per la valorizzazione del territorio - riporta l’atto firmato da sindaco e assessori - favorendo anche la conoscenza dell’impiantistica sportiva cittadina". Lo stadio da sempre rappresenta il contatto tra il mondo sportivo e la musica perché sede di concerti e scelto da artisti famosi anche per partire proprio da Ancona con i loro tour. E’ stato lo stesso rapper a chiedere l’autorizzazione a poter diffondere la clip realizzata per far conoscere la sua città. Nel testo del brano c’è più di un riferimento ad Ancona e in un passaggio canta proprio "mettiamo la city dal gomito dell’Italy". Nel video, realizzato da Carlos Valentino (videomaker tra i più promettenti nelle Marche) appare proprio Smashito (Lorenzo) che canta, è lungo il corridoio degli spogliatoi dello stadio, dall’inconfondibile soffitto a scacchi biancorosso, come i colori della squadra di calcio cittadina. La base musicale è stata fatta da Alex Bordoni (in arte Greene). Tecco ha iniziato sette anni fa a pubblicare i primi video realizzati e tre anni fa ha fondato la prima etichetta discografica indipendente del rap made in Ancona che si chiama Key Team ed è in grado di curare tutte le procedure che servono per la produzione artistica dei musicisti. Un collettivo quasi tutto locale che è arrivato ora a contare 12 persone. Il gruppo fa base a Milano ma lo sguardo dei componenti è sempre su Ancona che cercano di promuovere anche e soprattutto da fuori. "Con la musica si può dare luce alla nostra città - spiega Lorenzo - con cui io ho sempre avuto un rapporto conflittuale. Se oggi ho intrapreso la strada che sto facendo però è merito anche della mia Ancona. Il brano che canto è rivolto a tutti quelli che cercano una propria chiave nella vita, non a caso ci chiamiamo Key Team dove key sta per chiave (dall’inglese, ndr). Il video clip, che ha una versione più breve per pubblicarlo su Instagram, è una sorta di riconoscimento che ho voluto fare per Ancona anche se ora vivo da due anni a Milano. Nelle strofe cito luoghi e persone, sono referenziate sulla città". Il video clip è stato girato a gennaio e il brano si chiama "Giovani ragazzi". L’ok alla diffusione dato dalla giunta comunale potrebbe aprire nuovi filoni importanti per il capoluogo. "So che il pezzo è piaciuto a tutti gli assessori - continua Lorenzo - sono contento perché si può Iniziare a creare un filo diretto anche per organizzare eventi".