Superiori, la metà sceglie il liceo. Più iscrizioni agli istituti tecnici

L’indirizzo made in Italy si ferma allo 0,1%, la nuova filiera professionale 4+2 ha raccolto 1.669 richieste .

Superiori, la metà sceglie il liceo. Più iscrizioni agli istituti tecnici
Superiori, la metà sceglie il liceo. Più iscrizioni agli istituti tecnici

Scelta della scuola superiore, nelle Marche più di un’iscrizione su due riguarda i licei (54,2% del totale), anche se il dato è inferiore alla media nazionale e in flessione rispetto all’anno scorso, quando si era attestato al 56,7%. Per l’anno scolastico 2024-2025 risultano in crescita le iscrizioni agli istituti di indirizzo tecnico, salite dal 30,3% del 2023-2024 al 31,92% di questo. I dati emergono dalle iscrizioni online, elaborati dal sistema informativo del ministero dell’istruzione e del merito. Tra i licei, il più ricercato resta lo scientifico con il 12,89% delle iscrizioni, mentre l’opzione scienze applicate intercetta l’8,23% del totale. Restando nell’ambito del liceo scientifico, nelle Marche mostra segni di consolidamento uno degli indirizzi più recenti, quello sportivo con il 2,34% delle iscrizioni totali. Tra gli altri indirizzi, il linguistico è stato scelto dall’8,78% dei nuovi iscritti, quello delle scienze umane dal 7,21% (e l’opzione economico-sociale dal 4,14%), il liceo artistico dal 5,33%, mentre il classico resta indietro al 5%. Infine, il liceo musicale e coreutico raccoglie lo 0,22% per la sezione coreutica e 0,46% per quella musicale. In coda il neonato liceo del made in Italy, istituito a gennaio, allo 0,10%. Guardando nel dettaglio degli indirizzi, tra gli istituti tecnici il 20,51% degli studenti ha scelto il settore tecnologico e l’11,41% quello economico (8,69% amministrazione, finanza e marketing, 2,79% turismo). Nel settore tecnologico, l’indirizzo più ricercato è informatica e telecomunicazioni (4,92%), seguita da chimica, materiali e biotecnologie (3,86%), meccanica, meccatronica ed energia (3,06%). Infine gli istituti professionali, scelti dal 13,16% di studenti e studentesse. Tra i vari indirizzi, quello più ricercato resta enogastronomia e ospitalità alberghiera (4,14%). Industria e artigianato per il Made In Italy ha invece intercettato l’1,25% delle iscrizioni. Per quello che riguarda invece il primo ciclo scolastico, nelle Marche per la scuola primaria il 42,7% delle famiglie ha scelto per l’anno scolastico 2024-2025 l’orario a tempo pieno a 40 ore, il 40,9% l’orario a 27 ore settimanali. Per la scuola secondaria di primo grado, il 93,8% ha scelto l’orario ordinario a 30 ore. A livello nazionale, le due novità del prossimo anno scolastico riguarderanno la sperimentazione della filiera tecnico professionale "4+2" (che ha raccolto 1.669 iscrizioni) e i nuovi licei del "Made in Italy" con 375 iscrizioni totali. "La filiera del 4+2 ha registrato un interesse significativo da parte delle famiglie, è un risultato importante e non scontato – ha sottolineato il ministro dell’istruzione e del merito, Giuseppe Valditara –. Gli studenti da settembre potranno contare su un percorso e programmi fortemente innovativi e una maggiore sinergia con il mondo produttivo. Il Made in Italy è la nuova offerta formativa messa in campo dai licei che avevano già attivo l’indirizzo Scienze Umane – opzione Economico-sociale, pensata per una formazione tesa a valorizzare le eccellenze italiane riconosciute a livello internazionale".