Tabaccai nel mirino. Vendono le sigarette ai ragazzi minorenni: multati quattro negozi

La guardia di finanza ha sanzionato tre attività di Ancona e una di Senigallia. Stop per quindici giorni e ora rischiano anche la chiusura definitiva.

Tabaccai nel mirino. Vendono le sigarette ai ragazzi minorenni: multati quattro negozi
Tabaccai nel mirino. Vendono le sigarette ai ragazzi minorenni: multati quattro negozi

Trovati a vendere tabacco a minorenni ora rischiano la chiusura per 15 giorni dell’attività e anche la revoca della licenza. Sono quattro tabaccherie, tre ad Ancona e una a Senigallia. Quella lungo la spiaggia di velluto ha venduto sigarette addirittura a una ragazzina di 13 anni. A scoprire le vendite illecite è stata la guardia di finanza, il comando provinciale, nell’ambito di un piano di interventi finalizzato a verificare il rispetto della normativa che vieta proprio la vendita di tabacco ai minorenni. I finanzieri si sono appostati in prossimità delle tabaccherie maggiormente frequentate dai giovanissimi, molto vicine a centri commerciali e scuole, per lo più medie e istituti superiori. Il controllo è stato effettuato la settimana scorsa e ha dato i suoi frutti.

Notando ragazzini e ragazzine entrare nelle tabaccherie i finanzieri, alcuni in borghese, hanno visto che gli stessi uscivano con pacchetti di sigarette, tabacco sfuso e anche sigarette elettroniche con ricariche contenenti nicotina quindi a tutti gli effetti considerare sigarette con tabacco. Gli acquirenti però avevano tra i 16 e i 17 anni, in un caso anche 13 anni. La vendita del tabacco ai minorenni è vietata e in caso di dubbio il negoziante è tenuto a chiedere un documento. Questo non sarebbe stato fatto. I finanzieri sono entrati nelle tabaccherie dove hanno avuto certezza dell’acquisto del minorenne, hanno sequestrato il tabacco venduto e contestato ai tabaccai la multa che va da 500 a 3mila euro.

Una segnalazione è stata fatta all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la successiva sospensione della licenza per 15 giorni. In caso di recidiva, il trasgressore rischierà la revoca definitiva della licenza nonché una sanzione fino a 8mila euro. La normativa di settore impone ai tabaccai il divieto di vendere a minori qualsiasi prodotto contenente nicotina, al fine di salvaguardare la salute dei giovani. I controlli continueranno in tutta la provincia anche nei prossimi giorni. Stando alle statistiche infatti è in aumento il consumo del tabacco in era molto giovane, sia tra femmine che maschi, con conseguenze per la salute.

ma. ver.