Tragico schianto fuori dalla galleria. Un’automedica contro la Panda: è morto l’avvocato Campodonico

Il 79enne viveva a Perugia e tornava a Serra San Quirico dove era nato e aveva alcune proprietà. Il sindaco Borri: "Le sue radici erano qua e faceva il pendolare, è una perdita che mi sconvolge".

Tragico schianto fuori dalla galleria. Un’automedica contro la Panda: è morto l’avvocato Campodonico
Tragico schianto fuori dalla galleria. Un’automedica contro la Panda: è morto l’avvocato Campodonico

Un terribile impatto contro un’automedica sulla direttrice Perugia-Ancona appena fuori dalla galleria: a perdere la vita nella tarda mattinata di ieri un noto avvocato originario di Serra San Quirico e molto legato al paese: Libero Campodonico. Aveva 79 anni e viveva a Perugia con sua moglie, ma tornava spesso a Serra San Quirico dove all’ingresso del paese vicino alla sorgente Fontenova manteneva l’abitazione di famiglia. Il tremendo frontale di ieri in prossimità della galleria di Casacastalda sulla Perugia-Ancona non ha lasciato scampo all’avvocato serrano che viaggiava a bordo della sua Fiat Panda. Stava proprio facendo ritorno al suo adorato paesino marchigiano quando la sua Fiat Panda si è scontrata contro un’automedica che viaggiava in senso opposto, verso Ancona. Coinvolta nel sinistro una terza auto.

Campodonico è morto sul colpo: inutile per lui ogni soccorso. A ricordare con commozione Campodonico che per diversi anni ha svolto attività professionale anche a Recanati è il sindaco Tommaso Borri suo amico: "Libero aveva qui le sue radici. Serra era la sua casa anche se viveva a Perugia. Faceva il pendolare tra la sua casa a Serra San Quirico e Perugia di cui era originaria la moglie. Era quasi mio coetaneo aveva un anno più di me e ci siamo visti prima di Natale è venuto in Comune per una questione di suo interesse e nell’occasione mi ha detto che avrebbe voluto donare un pezzo di terreno che si trova sopra casa sua al Comune, al parco Gola della Rossa. Purtroppo non c’è stato tempo. Ci siamo detti che non era urgente e abbiamo detto: ‘Tanto viene in tempo’. Così non è stato purtroppo. Una perdita che mi sconvolge. Libero che era un grande appassionato della natura, ha lavorato a Perugia e Recanati con il suo amico Roberto Morbidelli ma tornava periodicamente a Serra dove erano le sue radici".

Lo schianto lungo la SS318 nel tratto tra Valfabbrica e Casacastalda, già tragicamente noto alle cronache ha causato gravi ferite ad autista e medico che viaggiavano verso Perugia. I due non sarebbero comunque in pericolo di vita. Coinvolta anche un’altra vettura, una Fiat Punto bianca, che si dirigeva verso Ancona come la Panda, con il conducente che non avrebbe riportato serie conseguenze. Ad avere la peggio l’avvocato serrano in pensione che in tanti piangono. Due comunità quella marchigiana e quella umbra unite dal dolore per la perdita dell’ennesima vittima della strada.

Sara Ferreri