Tutti pazzi per il tennis. Sorpresa, effetto Sinner: "Un boom di iscrizioni soprattutto tra i giovani"

Così il presidente del Tennis Club Ancona di Pietralacroce, Paolo Mazzarini "Jannik sta facendo un gran bene al nostro movimento, anche qui ad Ancona".

Tutti pazzi per il tennis. Sorpresa, effetto Sinner: "Un boom di iscrizioni soprattutto tra i giovani"

Tutti pazzi per il tennis. Sorpresa, effetto Sinner: "Un boom di iscrizioni soprattutto tra i giovani"

I trionfi di Jannik Sinner fanno bene al tennis anconetano. A beneficiarne il movimento di base, i tanti ragazzini e ragazzine che si avvicinano al tennis o che lo praticano da anni, le famiglie che dopo aver seguito in televisione i successi dell’altoatesino che ha riportato l’Italia e il suo tennis ai livelli di quando giocava Adriano Panatta – numero 4 del mondo nel 1976 proprio come in questo momento Sinner nel ranking mondiale – adesso cercano un circolo dove poter iscrivere i propri figli. Ma anche gli adulti, che ripescano la racchetta finita chissà dove per tornare in campo, magari con gli amici e avversari di un tempo. Quello di Pietralacroce è un club storico, in passato ha ospitato eventi di livello internazionale come la Federation Cup tra Italia e Stati Uniti, che risale al 1999, occasione in cui gli anconetani hanno potuto seguire le azzurre contro le sorelle Williams, Monica Seles e Mary Joe Fernandez.

Nel 2022 il Comune di Ancona è diventato proprietario di tutta la struttura, appartenuta in precedenza alla Regione Marche, e ha stretto un nuovo accordo con il Tennis Club Ancona del presidente Paolo Mazzarini. "Proviamo tutti tanta soddisfazione per questo grande risultato di Jannik Sinner, mancava dai tempi di Panatta un campione del genere. E’ un esempio per tutti, perché oltre a essere forte ha qualità morali non indifferenti, a testimonianza che per essere campioni servono anche queste. Sinner sta facendo un gran bene al nostro movimento, anche qui ad Ancona, e lo vediamo tutti i giorni: sta portando nuove persone a interessarsi a questo sport, i ragazzini si avvicinano al tennis. Ben vengano imprese come quella di Sinner: prima erano pochi i ragazzi sotto i 15 anni, adesso la nostra scuola conta 85 ragazzini addirittura sotto i 13 anni, numeri che in passato non si vedevano". E’ l’effetto Sinner, la popolarità del campione e, di conseguenza, quella del tennis e del suo indotto che schizzano alle stelle: "Già prima di questa grande vittoria l’effetto era evidente, c’erano mamme che chiamavano per iscrivere i bambini ai corsi cominciati già lo scorso ottobre, e che chiamano ancora, che vorrebbero inserire i propri figli, riceviamo continuamente richiesta di iscrizioni e informazioni".

C’è tutto un movimento di giovani tennisti che si muove sulle tracce del campione della Val Pusteria, anche ad Ancona: "Abbiamo ragazzini molto molto promettenti, addirittura bambini di 5-6 anni, il maestro Luca Quintiliani vede in loro grandi qualità, e poi anche ragazzi di 14-16 anni che stanno ottenendo ottimi risultati: in pochi anni siamo riusciti a portare la squadra agonistica in serie B2".

A Pietralacroce c’è un club che sta rinascendo, con l’effetto Sinner ma anche con la cura del Tennis Club Ancona del presidente Mazzarini che lo gestisce dal 2019 e dal 2023 sta investendo nel suo restyling: "I campi sono quasi sempre pieni, facciamo addirittura fatica a prendere nuove iscrizioni – conclude il presidente –. Abbiamo sette tecnici più un preparatore atletico, tra scuola tennis, adulti e agonistica. E un totale di duecento soci".