Accademia Organistica Omaggio a Santori tra musica e poesia

L’appuntamento è per domani nella basilica della Misericordia dalle 21.30. Intanto la 49esima edizione della stagione concertistica è andata in archivio. .

Accademia Organistica  Omaggio a Santori  tra musica e poesia
Accademia Organistica Omaggio a Santori tra musica e poesia

Una basilica della Misericordia sempre gremita da un pubblico qualificato, attento e curioso proveniente da tutto il circondario, e non solo; esecuzioni originali, frutto di ricerche e sperimentazioni e, in molti casi, trascritte appositamente per gli antichi organi settecenteschi del Nacchini e del Callido: la 49esima edizione della stagione concertistica promossa dall’Accademia Organistica Elpidiense va in archivio con la piena soddisfazione che hanno regalato agli organizzatori e a tutti i presenti, i quattro concerti in cartellone, ognuno dei quali a suo modo particolare, originale ed esclusivo. A coronamento del piacere di aver fatto scelte azzeccate e innovative nel repertorio proposto, c’è stata la serata finale. Il concerto a due organi (una esclusiva per la Basilica della Misericordia) e la chiusura di lusso con musiche eseguite a quattro mani sulla minuscola tastiera del Nacchini che ha regalato una varietà di suoni prodigiosa, il tutto accompagnato da antichi fagotti, è stata una performance che ha strappato 6 minuti ininterrotti di applausi entusiasti. La basilica a fine mese chiuderà per necessari lavori di restauro (che dovrebbero riguardare anche i preziosi organi), che si spera siano ultimati in tempo per festeggiare, nel 2024, il cinquantennale dell’Accademia. E stando alle sommarie anticipazioni fornite dal presidente Giovanni Martinelli, non è escluso che i 50 anni dell’Accademia vengano celebrati insieme al Sant’Elpidio Jazz Festival che sarà alla 25esima edizione, stilando un programma comune e, dunque, ricco di contaminazioni musicali, che promette di essere più accattivante di sempre anche perché pare sia stato già chiesto al trombettista, Paolo Fresu, amico del festival Jazz e dell’Accademia, di comporre musiche apposta per i due speciali anniversari.

Il 30 agosto di 16 anni fa scompariva prematuramente, vinto da un male incurabile, il poeta e saggista elpidiense Antonio Santori, uno dei più vivaci protagonisti della scena poetica italiana dei nostri tempi. Nell’ambito delle manifestazioni culturali nel cartellone dei festeggiamenti patronali, l’Accademia Organistica Elpidiense in collaborazione con il Comune, l’Ente Contesa e l’Associazione Santori, ha organizzato una serata di musica e poesia per domani nella basilica della Misericordia alle 21.30. “Voci, note, parole tra festa e memoria” il titolo della serata che vedrà protagonista il giovane coro “Lumos Vocal Ensemble” diretto dal Maestro Lorenzo Chiacchiera, che si esibirà anche all’organo. L’attore Rodolfo Ripa leggerà alcune poesie tratte dai quattro poemi pubblicati da Santori. L’ingresso è libero.

Marisa Colibazzi