Al Del Duca solo briciole per lo Spezia

Due club in difficoltà si sfidano in uno scontro salvezza cruciale: l'Ascoli ha dominato i precedenti incontri, ma lo Spezia ha un'unica vittoria all'attivo. Una sfida decisiva per entrambe le squadre.

Al Del Duca solo briciole per lo Spezia
Al Del Duca solo briciole per lo Spezia

ASCOLI

Ascoli-Spezia, si rinnova la sfida tra due club in difficoltà ma fortemente determinati nel voler abbandonare quanto prima quella posizione di classifica che attualmente non piace proprio alle rispettive piazze. Lo scontro salvezza di sabato al Del Duca (avvio alle 14) costituirà una snodo cruciale per il cammino di entrambe. Quello in programma sarà l’ottavo confronto in B. Il bilancio complessivo parla di uno stradominio del Picchio che tra le mura amiche ha lasciato soltanto le briciole ottenendo finora 6 successi e incassando un solo ko. A questo score poi vanno ad aggiungersi i 6 duelli in C (5 vittorie e un pari), anche questi praticamente tutti in favore dei padroni di casa. I numeri e le statisti dicono che in ben 4 delle vittorie centrate hanno visto l’Ascoli mettere a segno il tris. Impossibile da dimenticare l’ultimo match andato in scena con i bianconeri dell’ex Zanetti in grado di sfoderare una prestazione da applausi e un secco 3-0. Nella partita disputata il 24 settembre 2019 andò tutto per il verso giusto per i beniamini di casa. Proprio grazie a quei tre punti conquistati il Picchio volò momentaneamente al primo posto per poi attendere la risposta delle altre pretendenti. In quell’occasione al geniale Ninkovic bastarono soltanto pochi minuti per trasformare agevolmente il calcio di rigore e spiazzare Krapikas. A procurarlo fu Ardemangi, placcato in modo irregolare in area dal difensore avversario Ramos. Il raddoppio firmato Da Cruz arrivò nel recupero del primo tempo. Nella ripresa poi il bottino venne arrotondato ulteriormente, neanche a farlo di proposito, da Ardemagni. Una stagione prima altro successo dell’Ascoli addirittura portato a casa in dieci uomini.

Al doppio vantaggio prodotto da Ardemagni e Cavion, la partita sembrò riaprirsi con l’inattesa espulsione di Ninkovic subito seguita dalla rete ligure di Okereke. A chiudere i conti ci pensò il centrale difensivo Padella con un coast to coast incredibile al 93’. Stesso risultato (3-1) anche nel match del 24 ottobre 2017 con le firme di D’Urso, Carpani e Favilli dagli undici metri. Altro 3-0 nella gara del 27 dicembre 2015. A trascinare l’Ascoli verso la vittoria Petagna, Addae e Cacia. L’unico acuto spezzino resta quello risalente al campionato 2016-17 per 2-0 centrato grazie alla doppietta di Nené. Le due sfidanti si preparano ad un altro intenso confronto estremamente delicato.