Ast di Ascoli, i numeri. In crescita interventi e ricoveri ospedalieri:: "Strategia di rilancio"

Presentati in Regione i risultati del 2023. Il governatore Acquaroli: "La realizzazione del nuovo ospedale di San Benedetto aiuterà a superare le carenze segnalate dalle comunità locali".

Ast di Ascoli, i numeri. In crescita interventi e ricoveri ospedalieri:: "Strategia di rilancio"

Ast di Ascoli, i numeri. In crescita interventi e ricoveri ospedalieri:: "Strategia di rilancio"

L’Ast di Ascoli ha presentato, in Regione, i risultati conseguiti nel 2023, ovvero quelli relativi al suo primo anno di vita. Dalla mobilità attiva extraregionale in crescita (+13% rispetto al 2022) alla maggiore erogazione di prestazioni ambulatoriali e specialistiche (+ 147mila), ma anche più interventi chirurgici con punte del +46%, fino all’acquisizione di nuove dotazioni tecnologiche per la diagnostica e l’erogazione di nuove terapie oncologiche, il 2023 è stato un anno che ha visto l’azienda sanitaria di Ascoli crescere e innovarsi.

"Per l’Ast di Ascoli – dice il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli – la Regione ha intrapreso una strategia di rilancio e di riequilibrio. È un’azienda importante nel panorama regionale. La realizzazione del nuovo ospedale di San Benedetto aiuterà a superare le carenze segnalate dalle comunità locali". "Nei tre anni di governo, la Regione ha rivolto la massima attenzione al tema del finanziamento del personale dell’Ast di Ascoli – continua l’assessore alla sanità, Filippo Saltamartini –. Quando ci siamo insediati abbiamo trovato una situazione di disequilibrio che abbiamo cercato di bilanciare aggiungendo risorse. Da ultimo abbiamo incremento il tetto di spesa per assumere nuovo personale a +1.119.000 euro". "Sono orgogliosa e onorata di essere parte integrante di questo momento di grande rinnovamento della sanità della Regione, e del Piceno in particolare – dice la direttrice generale dell’Ast di Ascoli, Nicoletta Natalini –. L’impegno è massimo per mettere in pratica il miglior utilizzo possibile delle risorse economiche, umane, tecnologiche e logistiche che sono a disposizione della sanità picena".

Nel 2023 i ricoveri ospedalieri dell’Ast di Ascoli sono cresciuti, così come gli interventi (+91% endoscopia pneumologica, +46% Orl, +26% chirurgia San Benedetto, + 23% chirurgia Ascoli). Oltre 3 milioni le prestazioni di specialistica ambulatoriale, inclusa l’attività del laboratorio, erogate l’anno scorso. Ingenti gli investimenti in edilizia sanitaria che sfiorano i 6 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti i 15,5 milioni di euro per progetti Pnrr. Sul fronte degli investimenti in dotazioni tecnologiche all’avanguardia, ammontano a oltre 1,2 milioni di euro, a cui aggiungere le risorse Pnrr destinate all’acquisto di due Tac (una per ospedale) che saranno attivate rispettivamente a maggio e giugno, un mammografo (giugno 2024) e una risonanza magnetica nucleare (settembre 2024). Inoltre, con fondi propri, l’Ast procederà alla rigenerazione (entro settembre 2024) della risonanza magnetica dell’ospedale di San Benedetto. Tra gli obiettivi per il 2024: l’atto aziendale, la relazione di committenza per il bando di gara per il nuovo ospedale di San Benedetto e l’apertura di cinque nuovi Punti salute.