Avanti per la nuova seggiovia. Primi incontri per gli espropri

Riunione del Consorzio Turistico Monti Gemelli, il presidente Lori: "Cercheremo gli accordi con i proprietari dei terreni, sinergia con i residenti di San Giaccomo".

Avanti per la nuova seggiovia. Primi incontri per gli espropri

La riunione del Cotuge

E’ tornato a riunirsi l’altra sera il Consorzio Turistico Monti Gemelli. Presenti, tra gli altri il Presidente Enzo Lori, il vice Daniele Zunica, il Presidente dell’Assemblea dei soci, il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti, il funzionario della Provincia Antonio Borraccini e la Presidente dell’Associazione Nuova Montagna dei Fiori, l’avvocato Chiara Giansante. Con alcuni dei proprietari terrieri della zona, è stato trattato l’argomento degli espropri. "Il Cotuge – ha dichiarato, il presidente Enzo Lori – ha incontrato alcuni proprietari delle particelle ubicate sui Monti Gemelli per iniziare le manovre di esproprio, di occupazione, di tutto quel che concerne la realizzazione del progetto per la nuova seggiovia dal punto di vista urbanistico. Con un proficuo intervento siamo riusciti a riunirci attorno ad un tavolo dove verranno elaborate tutte quante le strategie per gli accordi con i proprietari. Poi abbiamo incontrato in un secondo colloquio, l’Associazione ‘Nuova Montagne dei Fiori’ che si compone di tutti i residenti della frazione San Giacomo, associazione che in qualità di Presidente del Cotuge avevo già incontrato nella loro sede, ma che ho voluto farli conoscere e presentarli al Sindaco Marco Fioravanti. Rappresentati dalla Presidente, l’avvocato Chiara Giansante, hanno espresso la loro volontà di collaborare al progetto, apportando suggerimenti e impegnandosi nella realizzazione e nella rivitalizzazione del territorio attraverso mostre, eventi culturali e passeggiate naturalistiche".

E ancora sul futuro della montagna ascolana e di San Giacomo. "A questo scopo – ha proseguito il presidente Enzo Lori – il Cotuge ha dato la propria disponibilità mettendo a disposizione le Guide Turistiche e Ambientalistiche che sono state formate in collaborazione con l’Istituto di Formazione Ser di Giuseppe Sermarini. Infine, abbiamo ospitato in una terza riunione, i rappresentanti della Scuola di Sci Alpinismo del Cai. Sono intervenuti – ha proseguito Lori – l’architetto Valeriano Vallesi e l’architetto Rino Odoardi, titolare della scuola, che hanno proposto di installare una stazione di ‘Sci Muscolare’ che comprenderà tutto quello che è la pratica dello sci alpinismo. Una serie di lezioni anche in mancanza di impianti di risalita, su piste non battute, con delle tecniche di sci alpinismo che sono molto diverse e molto più elaborate dello sci da pista. Inoltre, è nato anche un secondo progetto sempre curato dal Cai relativo alla sicurezza: l’installazione di campo di ricerche Artva (Allarme Ritrovamento Dispersi dalle Valanghe). Un centro – ha concluso Enzo Lori – di addestramento che il Cotuge intende finanziare almeno in parte perché può sicuramente aiutare a fornire maggiori margini di sicurezza per chi frequenta la montagna".

Valerio Rosa