"Cali di attenzione da cancellare"

SAN BENEDETTO Samb beffata ancora una volta nei minuti finali. «Abbiamo dei cali di attenz...

"Cali di attenzione da cancellare"
"Cali di attenzione da cancellare"

Samb beffata ancora una volta nei minuti finali. "Abbiamo dei cali di attenzione importanti, di concentrazione, dove abbassiamo la guardia - è stata l’analisi del tecnico Maurizio Lauro, a fine partita -. Nelle difficoltà difendiamo bene, siamo attenti, tosti, cattivi. Nei momenti di pieno controllo, invece, abbassiamo l’attenzione, la pressione, li lasciamo crossare con più facilità come è successo oggi (ieri, ndr). Bisogna migliorare perché ci è già successo più volte. Posso capire a Chieti su una palla inattiva ci poteva anche stare, ma ad Avezzano, a Campobasso no. Come se ne esce? Lavorando e migliorando dove siamo carenti, dove c’è poca percezione del pericolo, poca abnegazione. Era già successo. Dopo Fossombrone mi ero arrabbiato". "Nel primo tempo – continua la disamina - avevamo sofferto il loro gioco, nelle difficoltà c’eravamo arrangiati. Nella ripresa dove eravamo in gestione della partita dovevamo essere bravi a fare il terzo gol. Con l’uscita di Sirri abbiamo ballato un po’". Il capitano Sirri ha chiesto il cambio al 34’ della ripresa e da lì la Samb ha perso certezze in difesa. "Sono uscito perché mi faceva male la schiena – ha spiegato lo stesso giocatore - pensavo che qualsiasi compagno potesse fare meglio di me. Come mai subiamo negli ultimi minuti? Penso sia un problema di attenzione. Avevamo fatto una buona gara con due gol, rischiato anche poco, sembrava tutto ok, poi abbiamo subito quei due gol, due schiaffi nel finale che fanno cadere anche le certezze. La classifica? Non penso sia quello il problema ora, il campionato è ancora lungo. Bisogna lavorare da squadra per migliorare".

s. v.