La Samb non può sbagliare. A Riccione con 1.200 tifosi

I rossoblù sono costretti ad inseguire: assente Fabbrini, al suo posto Battista. Recuperato invece Senigagliesi che dovrebbe partire dall’inizio nel tridente. .

La Samb non può sbagliare. A Riccione con 1.200 tifosi

All’andata segnarono. Simone Tomassini e Antonio Martiniello: resta il ballottaggio tra i due. per guidare l’attacco

Senigagliesi ci sarà e potrà scendere in campo fin dal primo minuto. Battista sarà chiamato a sostituire l’infortunato Fabbrini che è alle prese con la frattura al naso (rimediata in settimana in allenamento) e potrà tornare in campo solo dalla prossima gara in casa indossando una maschera al carbonio. Per Lauro, dunque, l’unico dubbio, sull’undici che oggi opporrà allo United Riccione resta, su chi completerà l’attacco, in ballottaggio Tomassini e Martiniello con quest’ultimo che sembra favorito. Per il resto la formazione ricalcherà quella usuale. Tra i convocati c’è anche Bontà che, però, partirà dalla panchina mentre in campo scenderà Scimia con Arrigoni e Tourè a completare il centrocampo. Fischio d’inizio alle 14,30 tra United Riccione e Samb al Nicoletti dove arriveranno 1.169 tifosi da San Benedetto. Per la Samb seconda trasferta consecutiva, i rossoblù vogliono ritrovare subito la vittoria per riscattare il pareggio e non lasciare altro vantaggio al Campobasso che è già avanti di due punti. Dall’altra parte i padroni di casa sono in un buono stato di forma, dall’inizio del girone di ritorno sono imbattuti e hanno messo insieme 12 punti. Insomma per la squadra di Lauro sarà una sfida difficile, da non sottovalutare e da non sbagliare per restare in scia ai molisani e provare a recuperare qualche punto. "Sarà una partita tosta – ha detto proprio l’allenatore della Samb Maurizio Lauro, ieri, al termine della rifinitura -. Giocheremo in casa perché ci sarà un esodo da San Benedetto, quindi avremo il pubblico dalla nostra parte. Affrontiamo una partita che dobbiamo vincere con caparbietà e determinazione. È stata una settimana dove all’inizio abbiamo dovuto fare i conti con il pareggio di Fossombrone, poi abbiamo spostato la testa sul Riccione, siamo pronti, dobbiamo fare una gran partita". Una partita che sarà sicuramente diversa rispetto a quella dell’andata dove la Samb superò la formazione biancoceleste grazie ai gol di Simone Tomassini e Antonio Martiniello. "Lo United Riccione – ha continuato Lauro – è cambiato molto rispetto all’andata. Ha cambiato giocatori, trovato un suo equilibrio, cambiato anche il modulo. Sarà una gara diversa rispetto a quella dell’andata, più complicata, ma a questo punto della stagione tutte le partite sono difficili, dobbiamo essere noi a determinarle. Mi aspetto un atteggiamento diverso rispetto a quello di domenica scorsa a Fossombrone, da squadra più tosta e cinica, con tanta determinazione fino alla fine". Dall’altra parte, Riolfo potrebbe invece abbandonare il canonico 3-4-3 e sistemare il Riccione con la difesa a 5 (sugli esterni Ramirez e Diodato). Di sicuro nei romagnoli recuperati Lisai e Napolitano. La Samb non può più commettere errori, non può più permettersi di lasciarsi indietro punti preziosi se vuole lottare fino alla fine per vincere il campionato.

s. v.