Liquido antigelo nelle ciotole delle crocchette

Un atto spregevole ha portato una gatta della colonia felina del cimitero di San Benedetto in condizioni critiche. La gatta è stata avvelenata con liquido antigelo e ora lotta per sopravvivere. L'associazione Amico Fedele ha sporto denuncia ai carabinieri. Le telecamere di videosorveglianza potrebbero dare un volto al colpevole.

Liquido antigelo nelle ciotole delle crocchette
Liquido antigelo nelle ciotole delle crocchette

Condanna generale per il vergognoso attentato fatto alla piccola colonia felina che si trova nel cimitero di San Benedetto. Qualcuno ha messo del liquido antigelo, usato per le auto, nella ciotola delle crocchette. Una gatta, tra l’altro tutte le femmine sono sterilizzate, versa in condizioni critiche in una clinica veterinaria di San Benedetto che collabora con l’associazione ’Amico Fedele’. Da anni vi è una colonia felina, poco numerosa, i cui gatti si muovono senza dare fastidio a nessuno, tra le corsie del cimitero, in particolare nella zona più storica. Sono gatti regolarmente censiti e seguiti e ci sono persone che li amano, tanto che un uomo ha posto una ciotola accanto alla tomba dei familiari, nella quale porta solitamente qualche razione di crocchette. Ebbene, in quella ciotola una persona è andata a fare una sorta di ’correzione’ del pasto aggiungendo il liquido tossico per gli animali. La gatta, fidandosi del cibo che regolarmente riceve, è rimasta semi avvelenata ed ora lotta per sopravvivere, aiutata dai veterinari che sperano di salvarla. I volontari dell’associazione Amico Fedele, non la vedevano da un paio di giorni e ieri è rispuntata quasi agonizzante. Adesso i vertici dell’Associazione hanno sporto denuncia nella caserma dei carabinieri contro ignoti, ma non è da escludere che le telecamere di videosorveglianza interne al cimitero possano dare un volto e un nome alla persona che si è macchiata di un atto così spregevole. Cosa che tutti auspicano, tranne uno, evidentemente.

ma. ie.