Maratona sulla sabbia, nuova edizione di successo

Il tracciato modificato a causa delle ultime mareggiate, gli organizzatori: "Il bello di questa manifestazione è proprio il doversi adattare".

Maratona sulla sabbia, nuova edizione di successo
Maratona sulla sabbia, nuova edizione di successo

Il tracciato di gara della ventesima edizione della Maratona sulla Sabbia è stato ridisegnato prima della partenza a causa delle mareggiate. "Il bello della Maratona sulla Sabbia è proprio questo – hanno sottolineato gli organizzatori – perché il tracciato lo cambia il mare secondo il suo umore notturno. Nonostante i frangi flutti di San Benedetto la battigia del mare cambia sempre, ma piace correre su questo terreno inconsueto che ha raccolto le tradizionali adesioni a conferma che è un’esperienza da affrontare almeno una volta l’anno. Bellissima è l’immagine del gruppo appena partito che si snoda tra la nebbia dei flutti tra la battigia e la schiuma dei marosi fino a scomparire nel nulla verso sud, quasi fosse un battaglione fantasma". L’unicità di una gara come la Maratona sulla Sabbia che si corre sulla battigia di un tratto della costa di San Benedetto richiama ogni anno un considerevole numero di runners provenienti da ogni parte d’Italia. Nella maratona la vittoria è stata ottenuta da Luigi Fabiano (Podistica dell’Adriatico) con il tempo di 3h39’23" il quale ha preceduto il bravissimo Lorenzo Bachetti Spurio (Avis Monteprandone Pod.Centobuchi) e Michelangelo Dì’Errico (Pretuzi Runners Teramo). Settima piazza assoluta per la prima donna, Stefania Micolucci che ha così completato la grande giornata della Podistica dell’Adriatico facendo fermare il cronometro sul tempo di 4h23’08" e precedendo sulla linea di traguardo Elena Cupi (Olimpus San Marino Atl.) in 4h27’34" mentre al terzo posto si è classificata Natascia Compagnucci (Sef Acli Macerata) con il tempo di 4h45’05". Nella distanza della mezza maratona per il secondo anno consecutivo ha vinto Elimane Mamadali Seck, portacolori dell’Avis Ascoli Marathon con il tempo di 1h35’05". L’atleta ascolano ha preceduto sulla linea di traguardo il suo compagno di squadra Alessio Crafa, mentre al terzo si è classificato Roberto Scarano (Avis Spinetoli-Pagliare). Tra le donne la vittoria è stata ottenuta da Mariangela Landi che in 1h57’51" ha preceduto Mirella Di Pietro (Let’s Run for Solidarity) e Marina Severoni (Sef Stamura Ancona) terza in 3h03’01". Nella 14 km il bravissimo Bruno Dionisi (Avis Monteprandone Pod.Centobuchi) in 1h18’27" ha tagliato per primo il traguardo, nella 7 km invece la vittoria è stata ottenuta da Massimo Consorti (Avis Cupra) in 35’30" e Ave Latini (Porto San Giorgio Runners) in 55’23". La gara è stata organizzata dal Club SuperMarathon Italia, che ha affiancato lo storico organizzatore Francesco Capecci ed ha richiamato lungo tutto il percorso un numero consistente di spettatori che non hanno voluto perdere lo spettacolo di una gara molto dura e al tempo stesso particolarmente avvincente.

Vittorio Bellagamba