Mentre Fabbrini scalpita dovrebbe rientrare Paolini

Nel frattempo i due gioiellini Marco Pagliari e Leonardo Pezzola sembrano aver catalizzato su di loro l’attenzione di qualche società della serie C.

Mentre Fabbrini scalpita  dovrebbe rientrare Paolini
Mentre Fabbrini scalpita dovrebbe rientrare Paolini

Scalpita Fabbrini, rientra Paolini. Il numero 10 della Samb è pronto a scendere in campo dal primo minuto. Da quando è arrivato, la differenza l’ha fatta subito. Suo, a Tivoli, al debutto con la maglia della Samb, l’assist per Martiniello valso il gol del 2 a 2. Con l’Avezzano, nella prima al Riviera, ha messo a segno il gol del 3 a 1 che ha fissato la vittoria dei rossoblù. Sfortunato, a Fano, dove appena subentrato, ha dovuto chiedere il cambio, per una pallonata all’occhio che gli ha offuscato la vista. Alla fine tutto si è risolto con un grosso spavento. Non gioca una gara da titolare dal maggio scorso quando era alla Lucchese ma ora è pronto a scendere in campo dal primo minuto. Chissà che l’occasione buona non sia proprio domenica, al Riviera, contro il Vastogiardi. Già la scorsa settimana il tecnico Maurizio Lauro aveva dato l’impressione di voler schierare Fabbrini sin da subito, salvo poi confermare, invece, l’undici che aveva battuto l’Avezzano. Magari domenica, contro il Vastogirardi, sarà la volta buona così da far anche tirare il fiato a Battista. Quanto a Paolini, il centrocampista era fuori causa per infortunio da due mesi e mezzo, dalla gara di Chieti del 19 novembre scorso. E’ tornato ad allenarsi regolarmente e domenica dovrebbe già comparire nella lista dei convocati. In dubbio ancora Chiatante. Sempre ai box Lonardo. Anche domenica mancherà Bontà che deve scontare l’ultimo dei tre turni di squalifica rimediati a Tivoli. Nel frattempo i due gioiellini della Samb Marco Pagliari e Leonardo Pezzola sembrano aver catalizzato su di loro l’attenzione di qualche club di serie C. Non lasceranno la Samb, ma per la società e per i due calciatori questo è motivo di soddisfazione. Stagione da incorniciare per il terzino Pagliari, classe 2004, 20 partite da titolare, 4 gol (gli ultimi tre, filati) e 4 assist. Su di lui tre club di Serie C. Pezzola, 2002, ha giocato meno: 10 gare (6 dal primo minuto), ma da due giornate si è ripreso il posto (a scapito di Luca Sbardella) e non è intenzionato a mollarlo. Lo vuole l’Ancona. Entrambi resteranno per conquistare la vittoria del campionato insieme al resto della squadra. Con la Samb hanno un contratto fino a giugno 2024. Certo, poi, in caso di promozione in C per la Samb sarà più facile trattenerli, altrimenti sarà dura superare la concorrenza di club di categoria superiore. Dal campo alla Procura Federale: ieri, nella sede della delegazione provinciale Figc di Chieti, sono stati ascoltati il capitano della Samb Alex Sirri, il preparatore atletico Paolo Amadio e il team manager Giuseppe Marzetti, per i fatti che riguardano la partita tra i rossoblù e la squadra teatina, allo stadio Angelini, del 19 novembre scorso (2-2). Al termine del primo tempo l’ex allenatore neroverde Mauro Chianese rifilò un calcio all’ex rossoblù Danilo Alessandro. Finale agitatissimo e 6 cartellini rossi. Ora gli atti saranno inviati a Roma dove si deciderà per l’archiviazione o per un deferimento.

s. v.