Nel segno della tradizione. Leonardo re della scuccetta

Il bimbo di nove anni ha vinto il 34esimo campionato organizzato da Migliori

Nel segno della tradizione. Leonardo re della scuccetta

Il bimbo di nove anni ha vinto il 34esimo campionato organizzato da Migliori

E’ stato come sempre un grande successo di pubblico e di partecipanti l’immancabile appuntamento in piazza Arringo con il 34° Campionato Mondiale di Scuccetta. A vincere è stato un ragazzino di nove anni di Reggio Emilia, Leonardo Fralich, che ha battuto in finale Daniele Rinaldi, un ragazzino di Ancona sempre di nove anni. Davanti alla Gastronomia Migliori, l’infaticabile Zè ‘Lu Pellare’ ha messo a disposizione le 1.080 uova per partecipare al tradizionale gioco di Pasqua: una tradizione tutta picena, che ogni anno viene riproposta e diventa l’attrazione principale per i tanti turisti che affollano il centro storico ascolano. La gara consiste nel battere le uova sode l’una contro l’altra: vince quella che per prima rimane integra. Il Campionato del Mondo di Scuccetta ha preso il via alle ore 10 grazie anche alla collaborazione dei volontari dell’Aism capitanati dal presidente Adriano Vespa. Ai partecipanti è stata chiesta una quota di partecipazione di cinque euro e l’incasso è poi stato interamente devoluto proprio alla sezione picena dell’Aism, l’associazione italiana sclerosi multipla. Le uova sode che sono state messe e disposizione da Nazzareno Migliori, promotore e anima della manifestazione, sono state praticamente esaurite anche se Zè ne ha tenute alcune da parte da utilizzare domani quando due classi della scuola elementare ‘Malaspina’ si recheranno in Piazza Arringo per una ‘Scuccetta dei bambini’ vera novità dell’edizione 2024.

"Alcune maestre mi hanno chiesto di far provare il gioco ai loro ragazzi – ha ammesso Zè Migliori – ma torneranno in classe solo domani e così ho messo da parte alcune uova per farli provare". Sono stati più di un centinaio invece i partecipanti al Campionato del Mondo 2024 di ogni età: dai bambini fino ai nonni. Presenti alla gara, tra gli altri, anche il sindaco Marco Fioravanti, il candidato primo cittadino Emidio Nardini e il segretario provinciale del Pd, Francesco Ameli. "Le tradizioni si rispettano sempre – ha dichiarato il primo cittadino – Abbiamo vissuto una bellissima giornata con la classica ‘scuccetta’ e sono sicuro che tutti i partecipanti si sono divertiti. È importante tramandare questi giochi tradizionali, con cui si divertivano i nostri nonni, alle giovani generazioni e ringrazio Zè Migliori e i suoi figli per aver riproposto, anche stavolta, il campionato del mondo e aver dato spazio anche alla solidarietà nei confronti dell’Aism". Anche Francesco Ameli si è divertito a giocare: "Non c’è pasquetta senza ‘scucetta’ – ha dichiarato – Zè Migliori ha organizzato come al solito con grande cura il 34° torneo mondiale di scuccetta! Un’iniziativa ludica e di valorizzazione delle nostre tradizioni, ma soprattutto importante perché nell’occasione si raccolgono fondi per l’AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Ho giocato con Zè Migliori, che ovviamente ha vinto anche questa volta, quindi mi rifarò il prossimo anno".

Valerio Rosa