Samb, sarà un’altra Pasqua di passione

Rossoblù costretti a inseguire in vista degli scontri diretti contro L’Aquila e Campobasso. Intanto in Abruzzo sarà tutto esaurito

Samb, sarà un’altra Pasqua di passione

Pietropaolo in azione contro il Chieti (foto Sgattoni)

La Pasqua, poi i due confronti diretti, prima a L’Aquila, poi al Riviera delle Palme con il Campobasso. Due sfide che saranno decisive per le sorti del campionato. La Samb ha svolto ieri mattina l’ultimo allenamento prima dei due giorni di riposo per queste festività pasquali e tornerà a lavoro martedì per preparare il primo dei confronti diretti in calendario, quello de L’Aquila che domenica battendo l’Avezzano si è presa il secondo posto in classifica, appena un punto sopra la Samb, ora terza in graduatoria. Fermi gli infortunati Paolini e Battista con quest’ultimo che dovrebbe riuscire a recuperare per il match con la capolista Campobasso del 14 aprile. Intanto per la sfida del 7 aprile (fischio d’inizio alle 15) si va verso il sold out. A otto giorni dal calcio d’inizio, sono stati già venduti 2.500 tagliandi: 400 appena i biglietti rimasti per la curva di casa del Gran Sasso d’Italia. La società, infatti, ha chiamato a raccolta i tifosi proponendo prezzi popolari, appena 2 euro la curva per chi acquista il biglietto entro martedì 2 aprile, con il prezzo che salirà ad 8 dal 3 aprile. Ai tifosi della Samb saranno, invece, riservati 500 biglietti al prezzo di 10 euro più diritti di prevendita (Under 18, 2 euro più diritti di prevendita), acquistabili sul circuito Vivaticket (anche online) dalle 9 di martedì 2 aprile fino alle 19 di sabato 6 aprile. Il botteghino ospite rimarrà chiuso il giorno della gara. La dotazione di biglietti per i tifosi della Samb, come di consueto, sarà polverizzata in brevissimo tempo. Troppo importante questa sfida che potrebbe riaccendere davvero le speranze della squadra di Lauro di vincere ancora il campionato. Anche se poi sarà tutt’altro che finita poiché ci sarà da superare lo scoglio Campobasso e vincere le ultime tre sfide finali con Atletico Ascoli, Sora e Vigor Senigallia. Insomma, da parte della Samb servirà un’impresa dietro l’altra. A cominciare da L’Aquila. La squadra di Cappellacci è la più in forma del girone: cinque vittorie, l’ultima ad Avezzano, nelle ultime 6 giornate in cui si è vista superare solo dal Sora (appena due punti sopra la zona playout), a testimonianza di quanto in questo campionato nulla può essere dato per scontato. La Samb, invece, ha messo insieme solo sei punti nelle stesse giornate, ma contro il Chieti, pur mancando la vittoria, non ha demeritato. Con il ritorno di Lauro la squadra sembra aver ritrovato gioco e carattere. Ora dovrà ritrovare anche la vittoria. Da martedì parte il rush finale della stagione che potrebbe ribaltare ogni pronostico, molto dipenderà proprio dai prossimi due scontri diretti.

s. v.