Tuffo nell’arte e nel verde. Tanti turisti in centro e divertimento al pianoro con il parco avventura

Il caldo ha agevolato l’afflusso di visitatori in città. Mete preferite il Museo Archeologico Statale, la Pinacoteca Civica e il Forte Malatesta .

Tuffo nell’arte e nel verde. Tanti turisti in centro e divertimento al pianoro con il parco avventura

Il caldo ha agevolato l’afflusso di visitatori in città. Mete preferite il Museo Archeologico Statale, la Pinacoteca Civica e il Forte Malatesta .

Le due belle giornate di sole, seppure con cielo velato ma con caldo ben oltre le temperature primaverili (ieri si sono toccati i 28°) hanno agevolato l’afflusso dei turisti nel centro storico della città di Ascoli e non solo. Tanti infatti hanno deciso di sfidare gli scalini che portano all’ex Convento dell’Annunziata per poi proseguire verso la Fortezza Pia, e tanti hanno fatto una bella passeggiata verso la chiesa di Sant’Emidio alle Grotte a Campo Parignano. Il centro storico come detto è stato la meta preferita dei visitatori arrivati per la maggior parte in autobus dal Veneto, dalla Toscana, dal Lazio, dall’Umbria e dall’Abruzzo ma anche da nord delle Marche in particolare da Fano e da Pesaro. Mete preferite i Musei con il Museo Archeologico Statale ma anche la Pinacoteca Civica e il Forte Malatesta dove è esposta la Mostra ‘Per Cecco’ di Enzo Cucchi. Tante presenze anche a Palazzo dei Capitani per ’Omar Galliani L’eco della Sibilla’, alla Galleria Licini per ’Po-e-si-a’ di Terenzio Eusebi e Bruno Mangiaterra e ’Holodomor - Il segreto rivelato: genocidio ucraino’ e alla Sala Cola dell’Amatrice per ’Ri-Tratti’ di Manuel Fazzini. Sempre pieno in ogni viaggio il Trenino di ‘Ascoli Explorer’ di Giocamondo utilizzato soprattutto dagli stranieri grazie alle traduzioni della guida in ben otto lingue tra cui Portoghese, Russo e Cinese oltre alle tradizionali lingue inglese, francese, tedesco e spagnolo. Anche gli edifici religiosi sono stati particolarmente apprezzati anche nel corso delle funzioni religiose. Affollate le Sante Messe di Pasqua in Duomo alle ore 11 celebrata dal vescovo Gianpiero Palmieri e alle ore 18 ma anche quelle nella Basilica di San Francesco. Tanti poi i visitatori accompagnati dalle sempre cordiali guide turistiche: dalla Cattedrale di Sant’Emidio al Battistero, da San Francesco a San Gregorio fino alla bellissima Chiesa di Santa Maria della Carità (detta ‘della Scopa’) in Piazza Roma.

Ieri, infine, nel giorno di Pasquetta c’è stato poi il tradizionale assalto al Pianoro di San Marco dove sabato è stato inaugurato anche il nuovo Parco Avventura che propone otto percorsi, 77 piattaforme, oltre 100 attrezzature tra ponti tibetani, passerelle girevoli e zipline. Da quest’anno la struttura può anche contare su un nuovo campo da paintball. E sono stati tanti i bambini, ma anche gli adulti che hanno voluto provare i nuovi percorsi. Il tutto accompagnato da una particolare ‘Sagra degli arrosticini’ particolarmente gradita da tutti i presenti.

Valerio Rosa