Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
2 giu 2022

Ascoli, zio orco abusava della nipotina

Gravissime accuse a un 55enne della Vallata, avrebbe più volte abusato della bimba quando i genitori la affidavano a lui

2 giu 2022
peppe ercoli
Cronaca
La piccola ha raccontato tutto ai genitori
La piccola ha raccontato tutto ai genitori
La piccola ha raccontato tutto ai genitori
La piccola ha raccontato tutto ai genitori

Ascoli, 2 giugno 2022 - Violenza sessuale nei confronti di una bambina di età inferiore di 10 anni, con l’aggravante del vincolo di parentela. Questa la gravissima accusa per la quale i carabinieri di Ascoli hanno arrestato un 55enne extracomunitario residente lungo la vallata del Tronto, ora rinchiuso nella casa circondariale di Marino. La custodia cautelare in carcere è stata chiesta dal sostituto procuratore Saramaria Cuccodrillo, titolare dell’inchiesta, e disposta dal giudice delle indagini preliminari del tribunale di Ascoli Annalisa Giusti. L’arresto è avvenuto a cinque anni dai fatti contestati; il giudice Giusti lo ha motivato con il pericolo di reiterazione del reato e di fuga dall’Italia dove l’uomo vive da anni con la famiglia composta da moglie e figli, e lavora.

L’odioso reato di cui è accusato l’avrebbe commesso ai danni di una nipote, anche lei residente con la sua famiglia nel Piceno. Una bambina che all’epoca dei fatti, fra il 2017 e il 2018, aveva fra i 6 e i 7 anni di età. E’ stata una prima rivelazione della bambina ai genitori a far venire a galla la storia; la piccola ha poi ritrattato, ma successivamente ha di nuovo esternato tutto raccontando quanto le sarebbe successo quando stava con lo zio.

Incontri che avvenivano quando i suoi genitori l’affidavano allo zio, all’epoca 50enne. Rimanevano insieme diverse ore al giorno, a causa degli impegni di lavoro del papà e della mamma. Quello che la piccola ha raccontato è perfino imbarazzante da riferire, tanto gravi sono le pratiche alle quali il congiunto – secondo il suo racconto – l’avrebbe sottoposta più volte. Lo zio l’avrebbe infatti condotta in camera da letto e qui l’avrebbe costretta a subire svariati atti di natura sessuale; baci di certo non semplicemente affettuosi, ma indirizzati anche alle parti intime; palpeggiamenti reciproci ai quali costringeva la nipote ignara chiaramente di cose quelle attenzioni significassero vista la tenera età. Perfino rapporti sessuali completi.

Insomma, se quanto raccontato la bambina è vero, e carabinieri e magistrature le credono, è stato per lei un autentico orrore. Lo zio oggi 55enne è stato arrestato martedì e in occasione dell’interrogatorio di garanzia al quale verrà sottoposto domani potrà difendersi. Nel frattempo resta rinchiuso nel carcere di Marino del Tronto per ordine del giudice Giusti; sarà lei a sottoporlo ad interrogatorio di garanzia, così come stabilisce la legge a tutela dell’indagato stesso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?