Cervo a Bologna, l’esperto: “Città sempre più vicine, incontri così diventeranno meno rari”

Il caso del giovane ‘fusone’ immortalato in zona Saragozza. Parla il veterinario Matteo Papa: “Ecco cosa fare se ce ne troviamo uno davanti”

Bologna, 27 febbraio 2023 – “Pensate a un adolescente, perso nella grande città”. Il fusone di cervo immortalato in via Bellinzona, a pochi passi dalla trafficatissima via Saragozza (video) è un’immagine di natura potente e meravigliosa, ma che rischia di diventare sempre meno rara secondo il veterinario (ed esperto di fauna selvatica), Matteo Papa

Il fusone di cervo immortalato a Bologna
Il fusone di cervo immortalato a Bologna

Perché?

"Perché le città e l’uomo si allargano sempre di più. Siamo noi che ci avviciniamo agli animali selvatici. E non sono loro a ‘invadere’ i nostri spazi”.

Quindi cervo e non capriolo? Su questo punto si è discusso a lungo.

"Si tratta senza dubbio di un cervo giovane, probabilmente di un anno e mezzo”.

Da cosa si riconosce?

"Prima di tutto dalla stazza: un giovane maschio come quello può pesare anche 250 chili. L’altra caratteristica sono le corna, i palchi dei quali, nel caso dell’animale in via Bellinzona, sono cresciute solo le ‘stanghe’. Una di queste sembra pure danneggiata, può essere che sia anche rimasto incastrato da qualche parte”.

Cosa può averlo spinto in città?

"Qualsiasi cosa, dai cacciatori fino a un branco di lupi, sicuramente non per il cibo. Si tratta di un esemplare molto giovane, come un adolescente a spasso per il centro”.

Incontro davvero insolito.

"Sì, la loro popolazione qui non è così grande, e spesso vengono cacciati o predati. Ma con l’espansione delle città è facile che incontri così diventino sempre più frequenti”.

Cosa fare se ci si trova davanti un animale di questo tipo?

"Partiamo dal presupposto che di base non è un animale aggressivo, che carica senza motivo, come farebbe per esempio un cinghiale. E’ opportuno comunque non avvicinarsi mai troppo e lasciargli senza una via di fuga, per evitare di rimanere travolti nel caso scappasse improvvisamente”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro