Bologna Città 30, ecco tutte le regole. Ogni giorno 6 pattuglie in strada: "Ma gli ‘infovelox’ non multano"

La guida del Comune in vista del D-day in programma martedì: nuova mappa online sul sito. Gli agenti eleveranno le sanzioni grazie ai ‘telelaser’, che saranno segnalati 80 metri prima.

Bologna, 14 gennaio 2024 – Sembra quasi una Guida intergalattica per autostoppisti, come nel celebre romanzo humor di fantascienza di Douglas Adams, ma è piuttosto una Guida urbana per automobilisti a 30 all’ora. Per permettere ai bolognesi di districarsi nella giungla di cartelli, norme, divieti, sanzioni e chi più ne ha più ne metta in arrivò da martedì, quando cioè scatterà a tutti gli effetti la ‘Città 30’, il Comune ha condiviso un vademecum a tutti gli effetti su quello che c’è da sapere sulla nuova mobilità cittadina. Questo perché, come mettono ben in chiaro da Palazzo d’Accursio, "l’obiettivo principale dei controlli è sensibilizzare la città: solo con un cambio culturale dell’utilizzo della strada sarà possibile realizzare la Città 30, e salvare vite".

Approfondisci:

Bologna città 30, multato il primo automobilista: andava ai 39 km/h

Bologna città 30, multato il primo automobilista: andava ai 39 km/h

I CONTROLLI

Ogni giorno, sotto le Torri, circoleranno sei pattuglie della polizia locale appositamente indirizzate verso i controlli per Città 30, che opereranno su turni spalmati durante l’arco della giornata. Si concentreranno sulle strade dove sono scattati i 30 all’ora, ma anche su alcune direttrici in cui restano i 50. Le strade con nuovi limiti interessate in via prioritaria dai controlli saranno quelle più vissute, dove ci sono cioè scuole, mercati, negozi di vicinato, ospedali, case di cura e della salute, parchi e giardini, case di quartiere, impianti sportivi e altri luoghi sensibili. Sensibili in quanto c’è un’elevata presenza di utenti vulnerabili della strada: pedoni, ciclisti, bambini, anziani e disabili. Inoltre, dal Comune specificano come l’attenzione sarà alta anche verso altre 15 scuole presidiate da vigili e assistenti pedonali, per aiutare studenti e famiglie negli attraversamenti in sicurezza. "L’individuazione delle priorità di controllo tiene conto anche delle oltre 18mila segnalazioni arrivate dal questionario di ascolto sul progetto", specificano da Palazzo.

Bologna città 30, le ordinanze partono da martedì 16 gennaio 2024
Bologna città 30, le ordinanze partono da martedì 16 gennaio 2024

GLI INFOVELOX

Tra i protagonisti della rivoluzione della mobilità saranno i cosiddetti ‘infovelox’: nuovi pannelli luminosi mobili, acquistati dall’amministrazione, che non elevano sanzioni, ma segnalano in tempo reale la velocità effettiva dei veicoli, evidenziando in verde quella di coloro che rispettano i 30 chilometri orari e in rosso quella di chi infrange le regole. "Le pattuglie li collocheranno in prossimità dei posti di controllo e fermeranno i conducenti che non rispettano il limite – spiega la guida comunale –, per informarli che stavano andando troppo forte e per sottoporli a controlli ed eventuali sanzioni sulle altre norme di comportamento del codice della strada e verifiche amministrative sul veicolo". Saranno, dunque, uno strumento di deterrenza piuttosto che un braccio armato per multare gli irrispettosi.

I TELELASER

Le pattuglie avranno a disposizione in alcuni casi anche i ‘telelaser’ del tipo ‘TruCam’ o ‘TruSpeed’, che gli agenti della locale hanno già in dotazione. I dispositivi verranno opportunamente segnalati con un cartello posto 80 metri prima e serviranno per accertare e sanzionare a norma di legge le violazioni dei limiti massimi di velocità, fermando il veicolo e procedendo alla contestazione immediata dell’infrazione.

LE MULTE

In base al codice della strada, le sanzioni saranno: minimo 29,40 euro, pagando entro 5 giorni, per chi supera il limite fino a 10 chilometri all’ora (quindi tra 36 e 45 all’ora nelle strade 30); minimo 121,10 euro, pagando entro 5 giorni, e 3 punti della patente decurtati per chi va tra 11 e 40 chilometri orari oltre il limite; 543 euro, 6 punti decurtati e sospensione della patente della patente da uno a tre mesi per chi circola tra 41 e 60 chilometri orari oltre il limite; 845 euro, 10 punti e sospensione della patente da sei a 12 mesi per chi circola oltre 60 chilometri orari in più del limite.

LA MAPPA

Sul sito www.bolognacitta30.it è presente una mappa dei limiti di velocità: "Un nuovo strumento digitale, più fruibile e leggibile, permette ora ai cittadini di verificare la velocità massima consentita su ogni singola strada all’interno dell’area della Città 30", chiosano dal Comune. Un’arma ulteriore per i bolognesi, nel tentativo di cominciare a prendere mano con le nuove, impattanti regole.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro