Bologna: incendio in palestra, salvato titolare. "Il fumo usciva da tutte le vetrine"

Rogo alla Gym Republic di via Lenzi, a due passi al PalaDozza. A dare l’allarme è stato un professionista. L’uomo era illeso, ma è stato portato al Maggiore per accertamenti

Bologna, 18 febbraio 2024 – "Il fumo usciva da tutte le saracinesche e dall’insegna. Ho subito cercato aiuto". È stato un professionista, che ha lo studio sopra la palestra Gym Republic di via Ugo Lenzi, a pochi passi dal PalaDozza, a salvare la vita, probabilmente, al titolare della struttura.

L’uomo, infatti, era dentro quando, ieri intorno alle 19, è scoppiato l’incendio che ha distrutto la grande struttura sportiva, che occupa quasi tutte le vetrine sotto al portico. Era da solo: la palestra, infatti, essendo domenica, era chiusa ai clienti.

L'intervento dei vigili del fuoco dopo l'incendio alla palestra di via Lenzi, vicino al PalaDozza (FotoSchicchi)
L'intervento dei vigili del fuoco dopo l'incendio alla palestra di via Lenzi, vicino al PalaDozza (FotoSchicchi)

"Oggi pomeriggio – racconta il professionista – ho pensato di passare in studio. Mentre mi avvicinavo al portone, ho visto due persone che stavano parlando e che mi hanno indicato il fumo che usciva da dietro l’insegna della palestra. Poi, guardando le vetrate chiuse, ho notato che usciva fumo anche da lì".

Sulle saracinesche chiuse, c’erano anche affissi dei volantini, con tutta probabilità scritti dallo stesso titolare, che spiegavano come fosse stato costretto a chiudere a causa di qualcuno che lo aveva "boicottato" e che gli abbonati avrebbero ricevuto un risarcimento.

A preoccupare ancora di più il professionista e il portiere del palazzo, però, è stata l’auto del titolare della palestra, che era parcheggiata nella strada. "Abbiamo capito che poteva essere dentro. E che non c’era un attimo da perdere".

Subito sono stati chiamati i vigili del fuoco, arrivati con più squadre, assieme a più volanti della polizia.

Il titolare era effettivamente all’interno della struttura: è stato tirato fuori subito dai pompieri, che per entrare hanno dovuto sfondare le saracinesche e le vetrate.

L’uomo, malgrado il fumo acre respirato, era illeso: è stato trasportato comunque al Maggiore, per essere visitato. La palestra è semidistrutta.

Adesso sono in corso gli accertamenti, per ricostruire cosa sia accaduto all’interno della palestra: se l’incendio sia accidentale oppure doloso lo stabiliranno le indagini di polizia e vigili del fuoco.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro