Violenza in via Bertoloni, la paura dei residenti: "La zona è peggiorata, è un problema di civiltà"

Viaggio fra gli abitanti e le attività: "Le criticità si sono spostate da piazza Verdi a qui". Sisti: "Abbiamo incontrato sindaco e questore: migliorata via Petroni, ma Bertoloni è isolata".

La paura dei residenti: "La zona è peggiorata, è un problema di civiltà"
La paura dei residenti: "La zona è peggiorata, è un problema di civiltà"

Bologna, 8 febbraio 2024 – "Nelle ultime due settimane abbiamo notato un forte peggioramento della situazione in zona. Io, come altri gestori di locali qua vicino, siamo costretti a chiamare di continuo le forze dell’ordine per richiedere un intervento. Persone ubriache, spacciatori, di tutto. Sembra che il problema si sia spostato dalla zona di piazza Verdi a quella di via delle Belle Arti. Non possiamo stare tranquilli". A parlare è uno dei dipendenti del locale ‘Il Ritrovo’, all’angolo con via delle Moline. Dopo l’ultima violenza sessuale della scorsa notte ai danni di una ragazza trentenne, la paura di residenti e commercianti della zona aumenta sempre di più.

Solo quattro mesi fa, a fine settembre, sempre in via delle Belle Arti si era consumata un altro stupro in piena notte, intorno alle 3.30. "Come coordinamento dei quindici Comitati del centro storico – spiega Giuseppe Sisti, presidente del comitato Petroni e dintorni – lunedì scorso abbiamo avuto un incontro congiunto con il Questore, il sindaco Matteo Lepore, la vicesindaca Emily Clancy e la capo di Gabinetto, Matilde Madrid, dove sono state esaminate le varie situazioni, zona per zona. Tutti abbiamo notato ultimamente un’attività intensificata da parte della polizia, soprattutto contro gli spacciatori. In alcuni punti, la differenza rispetto a prima è evidente".

All’interno dell’incontro, quindi, sono state messe nero su bianco le problematiche delle varie zone del centro storico. "Via delle Belle Arti – continua Sisti – e le strade limitrofe sono stati tra i punti nevralgici che abbiamo evidenziato perché, a differenza di via Petroni dove nelle ultime settimane abbiamo visto un importante calo di presenze in termini di criminalità, lì la situazione è diversa. È possibile che l’intensificazione dei controlli da parte delle forze dell’ordine abbia spinto i malviventi a spostarsi verso altre zone. Il problema di via delle Belle Arti è anche quello di essere un po’ isolata rispetto al resto, la stessa via Bertoloni è poco illuminata e con poco passaggio".

A lamentare una situazione diventata invivibile sono gli stessi residenti: "Le cose qui a livello di sicurezza – la denuncia di un residente di via delle Belle Arti – sono messe malissimo. In piazza Scaravilli c’è sempre il solito gruppetto di spacciatori, poi persone moleste e ubriache sono all’ordine del giorno. A mio avviso c’è un vero e proprio problema di civiltà, le persone urinano dovunque senza alcun tipo di rispetto né per i luoghi né per le persone che li abitano. Io mi sono impegnato per far sì che, anche tra gli altri residenti, passi il messaggio di segnalare di più situazioni di degrado e violenza in questa zona. Due violenze sessuali nel giro di quattro mesi, sempre nella stessa zona, devono far riflettere, ma soprattutto devono portare a un cambiamento".

"Non è possibile – conclude – che i residenti vivano la loro zona con paura, che le donne non possano uscire liberamente anche di notte perché corrono il rischio di essere violentate. Non possiamo andare avanti così, io spero davvero che questa situazione migliori".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro