Morto il soldato Martin Adler: la sua favola fece il giro del mondo

L’annuncio della figlia Rachelle: aveva da poco compiuto 99 anni Nel 2021 incontrò i fratelli Naldi, bambini in una foto di guerra

Martin Adler coi fratelli Naldi

Martin Adler coi fratelli Naldi

Monterenzio, 18 maggio 2023 – Anche se viveva dall’altra parte dell’oceano, in Florida, ormai sembrava proprio di conoscerlo da sempre anche qui, su quei crinali fra Monterenzio e Castel San Pietro così flagellati in queste ore dal maltempo. Perché Martin Adler, scomparso ieri a 99 anni, era stato protagonista – assieme ai tre castellani Naldi – di una vera e propria favola quando, nel dicembre del 2020 ritrovò i tre fratellini con lui in una foto scattata sulla Linea Gotica e conservata per tutta la vita. E ancora di più quando, nell’agosto del 2021, venne in Italia per un incredibile viaggio di pace per riabbracciare quei tre ragazzini, ormai ultraottantenni, di persona. E se Bruno e Giuliana Naldi sono scomparsi l’anno scorso, ieri se ne è andato anche l’energico veterano statunitense, la cui storia aveva fatto letteralmente il giro del mondo. A dare l’annuncio della morte è stata la figlia, Rachelle Shelley Adler Donley, sulla pagina Facebook da cui, da qualche tempo, scriveva aggiornamenti sulla salute del padre. "Marty è deceduto serenamente – si legge – circondato dalla famiglia. Per favore pregate per mia mamma Elaine. Abbiamo il cuore spezzato". Proprio Rachelle, solo poche ore prima, aveva chiesto agli amici in Rete di pregare per il papà, in condizioni critiche in terapia intensiva. Da poco era tornato a casa dopo un ricovero per polmonite.

La favola di Adler era iniziata nel dicembre 2020 quando, sempre tramite la figlia, iniziò la ricerca di tre bambini che il soldato, assieme a un suo compagno, salvarono nel 1944 durante la Seconda Guerra Mondiale. I due americani, vedendo una cesta muoversi mentre perlustravano una casa, stavano per sparare pensando che si trattasse di tedeschi, quando una donna urlò: Bambini, bambini! I due si fermarono e dalla cesta uscirono i tre Naldi: Bruno, Giuliana e Mafalda. Adler fu così felice che scattò una foto, che un giorno mostrò alla figlia. Fu il giornalista Matteo Incerti – scomparso prematuramente l’estate scorsa – a raccogliere l’appello e rilanciarlo: nel giro di un paio di giorni i Naldi si riconobbero. E il mondo si commosse

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro