Paolo Cevoli ‘il bolognese’: "La città mi ha stregato"

Il comico televisivo e regista romagnolo è protagonista del nostro podcast Domenica 1 5 sarà al Duse con ‘Rossini superstar’. "Qui sono cresciuti i miei figli"

Migration

Bologna, 4 ottobre 2023 – “Bologna l’ho conosciuta alla fine degli anni 70, quando sono venuto per studiare giurisprudenza. Mi sono aggregato a una comitiva di amici di Riccione. Erano un po’ buontemponi, un po’ ‘patacconi’… E devo dire che la città mi ha subito stregato". Paolo Cevoli, con comicità e spontaneità, è diventato uno dei simboli della Romagna.

Ma c’è un fil rouge, neanche troppo velato, che lega l’attore alle Due Torri: un amore che, spesso, solo i fuori sede possono provare a raccontare, o addirittura capire. Solo i fuori sede che hanno scoperto e conosciuto Bologna possono trasmettere, ripescando nella memoria serate uniche e anni indimenticabili. Cevoli lo racconta a modo suo: in dialetto, scherzando, tirando fuori un flusso di pensieri, diventando improvvisamente serio quando si parla della sua Bologna, della città che ha scelto per vivere e per far crescere i propri figli. "Erano anni in cui ci si divertiva e, per un riccionese, venire sotto le Torri era il massimo", aggiunge lui. "E non è mai cambiata nei suoi tratti fondamentali. Al massimo sono cambiato io…". È la storia di chi ha scelto Bologna come casa, prima per motivi di lavoro, poi per scelta. E infine l’ha sposata. Per la comodità, per il fascino, per il divertimento, ma non solo.

Paolo Cevoli si racconta a 360 gradi nella puntata odierna de ‘il Resto di Bologna’. Dopo lo spettacolo ‘Andavo ai 100 all’ora’, in cui racconta la propria infanzia e la sua gioventù con ironia e passione, l’attore romagnolo sarà domenica 15 ottobre al Teatro Duse in ‘Rossini superstar’: segreti, curiosità, gossip sul grande compositore di Pesaro, in uno spettacolo adatto dai 6 anni in su e, quindi, dedicato soprattutto agli spettatori più piccoli. Ma Cevoli è anche il protagonista di ‘Km di strada’, docufilm che festeggia i 20 anni della sezione bolognese de ‘La Fraternità’, raccontando l’opera della cooperativa sociale (strettamente legata alla comunità Papà Giovanni XXIII). Domani (5 ottobre) ci sarà la posa della prima pietra per la nuova sede di Ozzano, mentre è di qualche giorno fa la presentazione in anteprima della pellicola - evento sold out - alla Cineteca. Evento a cui lo stesso Cevoli ha partecipato.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro