Salotto punk e meme, Sanremo è qui

Sul web il racconto esilarante di Masotti, da Semm si commenta con Olivieri. Serate a tema al Mercato Sonato

Salotto punk e meme, Sanremo è qui
Salotto punk e meme, Sanremo è qui

"Tre quarti dei cantanti in gara non li conosco – dice Danilo Masotti nel day after della prima serata di Sanremo –, ma se devo dire chi mi è piaciuto di più, allora sono proprio alcuni di questi (per me) sconosciuti". Come da tradizione, ci sono alcune social-personalities bolognesi che non se la fanno scappare la recensione sul Festival, day by day. Tra questi il papà degli Umarells, Masotti, ma anche Scritte Ignoranti che su Instagram posta foto dei gruppi con titoli satirici tutti inerenti all’immaginario universitario, ovvero, nel linguaggio digitale, meme su Sanremo, quelli che un follower scongiura di non mettere, supplicando l’autore: "già stamo sommersi".

Però per il clima festivaliero son pillole carine che euforizzano il tempo di un minuto e ti fanno assaporare tutto il circo musicale ancor di più. Tra i meme proposti, quello sul trio La Sad che canta ’Autodistruttivo’ è particolarmente buffo e, guarda caso, si tratta di uno dei gruppi più amati da Masotti, che ha una vera radice punk, ma ama questi ritorni di passione. E scrive: "Momento punk con quei 47 anni di ritardo. Cantano in girotondo una canzone da Articolo 31 mix Max Pezzali 182, però uno ha la cresta e due hanno i capelli colorati tipo me e Pavlidis quando andammo a vedere i Litfiba alla Rocca Brancaleone nel 1986". Poi gli è piaciuta Clara che canta ’Diamanti Grezzi’. "Dal nome – è il suo commento – mi aspettavo che arrivasse quella di Heidi, invece è arrivata la vincitrice di Sanremo Giovani 2023 impacchettata con la carta stagnola". Quello per Ghali, poi che canta ’Casa Mia’, è subito un Masotti in cattedra con la storia del costume: "Ghali fresco di armocromista e vestito di celeste interpreta un testo sulla falsa riga di Poco Ricco di Checco Zalone, poi in sala arriva una bestia che non si capisce se è un maiale, un orso, una nutria. Amadeus dice che è un amico di Ghali e spiega che è un alieno. Non avevo capito un ca...", ammette Masotti, che rivela di non aver visto almeno 20 concorrenti "perché Sanremo dura una vita e io a mezzanotte avevo già sonno". Però lo trovate su "Feisbuc" ancora stasera e domani, sabato riposo.

Ma chi sono le altre personalità dalla battuta pronta, ma anche dall’osservazione acuta, sia in fatto di musica leggera sia in fatto di look che commentano il Festival più amato del Belpaese?. Giorgia Olivieri, giornalista per Vanity Fair con specializzazione sui Reali d’Inghilterra e del Mondo, è una di queste. Per tanti anni è andata in Riviera a seguire il Festival, ma ora preferisce dar vita a un salotto punk su divano sgangherato ma ricco di storie musicali, da Semm in via Oberdan, dalle 18,30 alle 19,30. Chi vuole commentare può passare da lì, chi vuole ascoltare può farlo sull’Instagram del celebre negozio di dischi, perché tutto è in diretta. Non solo. Fino al 10 febbraio ogni sera alle 20,30 al Mercato Sonato c’è poi ’Salotto Sanremo’, ovvero cene social, giochi e tanta musica.

Benedetta Cucci

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro