GIACOMO GUIZZARDI
BFC

Bologna Milan 0-2, Giroud e Pulisic gelano un Dall’Ara bollente

Prima di campionato dal sapore amaro per gli emiliani, bene Ndoye. In tribuna, a caricare i rossoneri c’è Matteo Salvini

Dan Doye in scivolata

Dan Doye in scivolata

Bologna, 21 agosto 2023 – Parte male il campionato del Bologna: all’esordio, davanti ad un Dall’Ara gremito (più di 30mila le presenze), la truppa di Thiago Motta incappa in una sconfitta per 2 a 0 contro il Milan, che si dimostra ben amalgamato nonostante i molti giocatori cambiati rispetto allo scorso anno. In tribuna, per i rossoneri, c’è Matteo Salvini.

A decidere la gara nella notte bolognese ci pensano Giroud e il nuovo arrivato Pulisic, che si mette in proprio e al ventesimo del primo tempo chiude virtualmente la gara (guarda le foto della partita). In casa rossoblù buon impatto di Ndoye, male Lucumì e Posch. Domenica nuovo impegno probante: si viaggia in direzione Torino, casa Juventus.

Le scelte

Debutto dal primo minuto per il nuovo arrivato, in casa Bologna, Dan Ndoye, schierato esterno alto di destra nel tridente rossoblù alle spalle di Zirkzee; leggero spostamento per Moro, che agisce da trequartista, mentre Ferguson viene dirottato sul versante alto di sinistra.

Approfondisci:

Bologna, il mercato e Motta: “Fabbian ha l’istinto del gol”

Bologna, il mercato e Motta: “Fabbian ha l’istinto del gol”

La partita

Dopo il doveroso e commosso tributo a Carlo Mazzone, onorato con un minuto e più di applausi, è tempo di partire. E pronti via è il Milan che trema: dopo venti secondi Lykogiannis viene liberato sulla sinistra, dove scarica in porta un mancino che si infrange sulla traversa. Fuoco fatuo, però, visto che all’undicesimo il Milan trova il vantaggio grazie all’assist di un liberissimo Reijnders per Giroud, che da pochi passi segna una rete facile. Meno facile ma più bello il raddoppio, firmato da Pulisic (primo gol statunitense del Milan): azione in ripartenza, triangolo con Giroud e destro sul palo lontano che Skorupski non riesce nemmeno a toccare. I guantoni li mette invece alla mezzora, ancora una volta su Giroud: mancino in girata, il portiere del Bologna ci mette una pezza. I rossoblù sono tutti in due conclusioni di Ferguson: la prima, a lato di poco; la seconda ribattuta da Maignan.

Motta decide di andare all’attacco a inizio ripresa: fuori uno spento Moro, dentro Orsolini. Il Bologna ne guadagna in imprevedibilità e pericolosità nella trequarti offensiva. Al quarto d’ora Ndoye fa sfoggio delle sue abilità, mettendo il turbo su Calabria e arrivando a pochi passi da Maignan, con la conclusione che sbatte sul palo esterno e termina fuori. Il Milan gestisce, ma quando accelera fa paura: è ormai il novantesimo quando Leao parte in dribbling e, dopo avere scherzato con il diretto marcatore, decide di andare in solitaria, calciando un pallone che Lucumì devia sul palo. Il Bologna ci prova, ma non basta: vittoria all’esordio per il Milan, che imita Inter, Napoli e Juventus.

Bologna Milan 0-2, il tabellino

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Posch, Beukema, Thiaw, Lykogiannis (42’ st Corazza); Aebischer, Dominguez (27’ st El Azzouzi); Ndoye, Moro (1’ st Orsolini), Ferguson (42’ st Urbanski); Zirkzee (42’ st Van Hooijdonk). A disposizione: Ravaglia, Bagnolini, Bonifazi, De Silvestri, Sosa, Fabbian. Allenatore: Thiago Motta.

Milan (4-3-3): Maignan; Calabria (28’ st Kalulu), Thiaw (43’ st Kjaer), Tomori, Theo Hernandez; Loftus-Cheek (28’ st Pobega), Krunic, Reinders; Pulisic (28’ st Chukwueze), Giroud (28’ st Okafor), Leao. A disposizione: Sportiello, Mirante, Florenzi, Bartesaghi, Pobega, Adli, Romero, Zeroli, Colombo. Allenatore: Stefano Pioli.

Marcatori: 11’ pt Giroud (M), 21’ pt Pulisic (M).

Ammoniti: al 30’ pt Aebischer (B), 6’ st Theo Hernandez (M), al 31’ st Krunic (M), al 32’ st Zirkzee (B).

Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Rivivi qui la diretta

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su