Valdes Fiumana aveva 64 anni
Valdes Fiumana aveva 64 anni

Gambettola (Cesena), 27 novembre 2021 - Stroncato da un infarto subito dopo essersi confessato da uno dei Padri Missionari della Consolata. È successo ieri pomeriggio alle 16,10 all’interno dell’Istituto Missioni Consolata di via Roma. Valdes Fiumana, 64 anni, molto religioso e devoto di padre Pio, si era recato nella chiesetta annessa al piccolo Santuario della Madonna Consolata per confessarsi da Padre Fulvio Sala. Aveva appena terminato e si stava dirigendo verso le scalette per uscire nel cortile quando improvvisamente ha accusato un forte dolore, ha fatto appena in tempo di dirlo a padre Angelo Baruffi poi si è accasciato sul pianerottolo.

Addio a Cristina Ruini, la giornalista dal dolce sorriso

È stato subito chiamato il soccorso del 118, ma i sanitari giunti in pochissimo tempo con l’auto medica non hanno potuto far altro che constatare il decesso. La salma è così rimasta nello stesso punto per i rilievi di legge fatti dai Carabinieri. Fiumana aveva un pacemaker ma, dicono i famliari, le sue condizioni di salute erano buone. Era molto conosciuto in paese, secondo di sei fratelli: Valeria, Viscardo, Vally, Vidmer e Varide, non era sposato, viveva da solo in via Buozzi, era molto religioso e praticante, andava a pregare in tutte le chiese del circondario. La famiglia Fiumana con il capofamiglia Renato ha gestito per molti anni un esercizio commerciale in via Buozzi.
 

Il piccolo santuario della Madonna della Consolata è in via Roma; edificato nel 1937 e consacrato l’anno successivo, lo stesso giorno in cui Benito Mussolini fece visita a Gambettola. Il santuario è stato sempre un luogo di preghiera per tante persone che nutrono una speciale devozione per la Madonna della Consolata.