Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mag 2022

"Tariffe dei rifiuti in calo con la lotta all’evasione"

L’assessore Acerbi: "Per le famiglie scendono in media dell’1%, per le imprese del 3% ma con punte fino al 16 % grazie al milione di euro recuperato"

31 mag 2022
andrea alessandrini
Cronaca
Camillo Acerbi, assessore comunale al bilancio
Camillo Acerbi, assessore comunale al bilancio
Camillo Acerbi, assessore comunale al bilancio
Camillo Acerbi, assessore comunale al bilancio
Camillo Acerbi, assessore comunale al bilancio
Camillo Acerbi, assessore comunale al bilancio

di Andrea Alessandrini La delibera sulle nuove tariffe rifiuti 2022, che le utenze domestiche ed extradomestiche cesenati cominceranno a pagare nella rata di dicembre con i conguagli tra la precedente tariffa e quella nuova, è stata approvata in consiglio comunale, con il voto favorevole di Pd e Cesena 2024 e l’astensione di Lega, Cesena Siamo Noi, Cambiamo e M5S. La delibera è stata illustrata dall’assessore al bilancio Camillo Acerbi. Assessore Acerbi, come saranno le tariffe 2022 che le utenze domestiche abitative e quelle extradomestiche co n imprese e uffici cominceranno a pagare in bolletta da dicembre? "In lieve calo dell’un per cento per le famiglie, e in riduzione più marcata per le imprese, mediamente del 3%, ma con un range, vista la diversa tipologia delle stesse, che può arrivare a meno 16%, come avverrà per alcune categorie come i gommisti". Come mai i gommisti? "Non solo loro. Un semplice automatismo, non c’è naturalmente scelta politica. Le categorie con meno unità rispetto a quelle più numerose, come ad esempio i baristi, finiscono per beneficiare di decrementi maggiori. Come si spiega il calo, sia pure quasi impercettibile per le utenze domestiche ed extradomestiche? "Con i risultati positivi della lotta contro l’evasione e l’elusione che hanno consentito all’amministrazione comunale di portare in cassa circa un milione di euro che viene utilizzato per coprire una parte del montante da pagare a Hera, pari per il 2022 a 16 milioni che, così, scende a 15 da spalmare sui contribuenti. Per quanto riguarda le imprese la riduzione si spiega anche col fatto che sono aumentate e quindi la quota pro capite si riduce". Quindi il gestore fissa il prezzo in contratto e Atersir chiede ai Comuni di decidere come farlo pagare. Così? "Hera, l’ente gestore che si è aggiudicato il bando tre anni di raccolta rifiuti e spazzamento delle strade, si rapporta con Atersir ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?