Frecciarossa, fermata extra a Civitanova come per Lollobrigida

Una fermata straordinaria decisa da Trenitalia per evitare un ulteriore disagio a chi, per colpa del ritardo, aveva ormai perso la coincidenza del Regionale Ancona-Civitanova e sarebbe rimasto a piedi

Frecciarossa, fermata extra a Civitanova come per Lollobrigida: decisa da Trenitalia per evitare un ulteriore disagio a chi, per colpa del ritardo, aveva ormai perso la coincidenza del Regionale Ancona-Civitanova e sarebbe rimasto a piedi
Frecciarossa, fermata extra a Civitanova come per Lollobrigida: decisa da Trenitalia per evitare un ulteriore disagio a chi, per colpa del ritardo, aveva ormai perso la coincidenza del Regionale Ancona-Civitanova e sarebbe rimasto a piedi

Civitanova, 24 novembre 2023 – A bordo non c’era il ministro Francesco Lollobrigida, ma anche a Civitanova il Freccia Rossa ha effettuato una fermata straordinaria. E’ successo il 25 ottobre e a riferirlo è Massimiliano Cingolani, civitanovese, che era a bordo del convoglio.

Approfondisci:

Trenitalia, fermate straordinarie dei Frecciarossa possibili: quando e come funzionano

Trenitalia, fermate straordinarie dei Frecciarossa possibili: quando e come funzionano

“Poche settimane fa – racconta – il Frecciarossa Milano-Pescara, con qualche disturbo meccanico di troppo accumulava minuti di ritardo a ogni stazione, complici due fermate a Rimini e Riccione dove non è sceso o salito nessuno. In Trenitalia erano al corrente della trentina di persone con destinazione Civitanova. Un’oretta prima della fermata anconetana dagli schermi a bordo hanno informato che il treno si sarebbe fermato anche a Civitanova, mentre il contemporaneo annuncio vocale suggeriva ai passeggeri con destinazione finale Civitanova di non scendere ad Ancona".

Una fermata straordinaria decisa da Trenitalia per evitare un ulteriore disagio a chi, per colpa del ritardo, aveva ormai perso la coincidenza del Regionale Ancona-Civitanova e sarebbe rimasto a piedi. Diverso il caso della fermata straordinaria effettuata per far scendere a Ciampino il ministro Lollobrigida che era sul Freccia Rossa Torino-Salerno e che dopo essersi identificato con il capotreno ha ottenuto la sosta extra.