Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Autovelox: due già pronti, tre in arrivo

I primi entreranno in funzione a Metaurilia e Cuccurano tra qualche giorno; gli altri a Pontesasso, Rosciano e Fenile

tiziana petrelli
Cronaca
L’autovelox a Metaurilia davanti a Giommi calzature
L’autovelox a Metaurilia davanti a Giommi calzature
L’autovelox a Metaurilia davanti a Giommi calzature

di Tiziana Petrelli

"Entreranno in funzione fra una decina di giorni i due nuovi autovelox che abbiamo posizionato ieri a Metaurilia e Cuccurano, in due tratti di strada con grosse criticità per cui da lungo tempo i residenti chiedono interventi". Così il sindaco di Fano Massimo Seri, ieri mattina ha annunciato l’installazione dei primi due autovelox fissi e bidirezionali, dei 5 approvati dalla Prefettura per mettere in sicurezza le arterie fanesi ad alto traffico e pericolosità. Assieme a questi ne arriveranno altri 5 mobili, in altrettante strade urbane. "Siccome non vogliono essere un agguato - ha proseguito il sindaco - siamo qui a sottolineare che non sono ancora entrati in azione perché devono essere soggetti a collaudo. In ogni caso comunicheremo alla cittadinanza con qualche giorno di preavviso la loro accensione".

Accanto a lui la comandante Anna Rita Montagna, la vice Carla Gaudenzi e l’assessore alla Polizia locale Sara Cucchiarini. "Si conclude un percorso lungo un anno - ha sottolineato l’assessora -, che è nato da una richiesta dei cittadini del territorio. Il tema infatti è la sicurezza stradale e l’incolumità degli abitanti che da sempre lamentano la presenza di auto che vanno a folli velocità su quei due rettilinei. Oltre agli autovelox collocati a Metaurilia e Cuccurano, ne sono previsti altri tre: uno tra Torrette e Pontesasso, uno a Rosciano e l’ultimo a Fenile. L’impegno del Comune per tutta questa strumentazione è di 50mila euro".

L’obiettivo non è sanzionare, ma ridurre la velocità delle auto, che troppo spesso si trovano coinvolte in gravi incidenti. "Da anni a Metaurilia i cittadini hanno esposto lungo la Statale bandiere rosse con fiocchi neri - ha sottolineato la comandante Montagna -. Sono la dimostrazione tangibile della loro paura. Numerosi esposti giungono costantemente al nostro comando per le alte velocità raggiunte sulle strade di maggior transito. Nei due punti in cui sono stati installati gli autovelox, abbiamo rilevato diversi incidenti gravi". Snocciola un po’ di numeri per dare conto della situazione. "Nel varco di Ponte Metauro transitano mediamente 9mila veicoli al giorno, che diventano più di 12mila in periodo estivo. Più veicoli transitano più sono probabili incidenti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?