Smartsystem, si fa sul serio: vietato fallire a Modica

La Smartsystem Fano affronta Modica nei playoff di rumba. Partita impegnativa in Sicilia, con entrambe le squadre determinate a vincere. Capitano Raffa avverte: aggressività e determinazione sono fondamentali. Obiettivo: proseguire nel cammino verso la vittoria.

Smartsystem, si fa sul serio: vietato fallire a Modica

Mattia Raffa, capitano della Virtus, in ricezione

Parte la rumba playoff. E’ ora di fare sul serio. La Smartystem in garauno degli ottavi affronta Modica in Sicilia. Una squadra rognosa e una trasferta lunga. Si gioca oggi alle 20. La squadra è atterrata ieri mattina nell’isola per preparare meglio il match. Il primo turno vede la seconda della regular season, Fano, contro la settima, la formazione sicula. Una sfida che si preannuncia effervescente e aperta come avvisa lo stesso capitano virtussino Mattia Raffa che mette in guardia i suoi compagni di rosa: "Dovremo giocare fin da subito in modo aggressivo – afferma Raffa – e dimostrare sul campo quello che valiamo. Modica sarà al completo e pronta a giocare la sua partita". I biancorossi sono consapevoli del valore dell’avversario, ma hanno anche la ferma intenzione di proseguire nel cammino. L’anno scorso arrivarono ai playoff da prima della classe e si fermarono alla semifinale, ma quest’anno sembra che la Smartsystem abbia qualcosa in più: "Questa è la parte più importante della stagione – continua Raffa – ci arriviamo dopo una serie di risultati positivi, se si eccettua la sconfitta in finale di Coppa Italia. Abbiamo le nostre certezze e il nostro obiettivo è andare avanti il più possibile". Con molta probabilità coach Mastrangelo si affiderà al solito sestetto (Partenio-Dimitrov, Merlo-Roberti, Focosi-Maletto, Raffa libero), mentre coach Di Stefano dovrebbe recuperare il regista Pedro Putini, assente per infortunio nelle ultime giornate di campionato.

In fase offensiva i modicani si affideranno all’opposto Spagnol e allo schiacciatore Capelli che, a banda, sarà affiancato da Chillemi. Al centro la coppia Buzzi-Raso, libero Nastasi. L’Avimecc Modica si giocherà tutto tra le mura amiche per poi provare a fare il colpaccio al Palas Allende nella gara di ritorno domenica 7 aprile, campo al momento imbattuto in campionato e violato solo da Palmi nella finale di Coppa Italia. Da parte sua la Virtus in questo periodo si è allenata intensamente ed il ritmo voluto dallo staff tecnico è stato alto. Ma solo il PalaRizza stasera dirà in quale stato di forma si trovano i fanesi che di certo puntano in alto.

Beatrice Terenzi