Agricoltori e trattori in marcia anche qui

A Porto San Giorgio, un centinaio di trattori e 200 persone provenienti da diverse province hanno manifestato pacificamente contro le politiche agrarie. La protesta ha causato rallentamenti e code lungo la strada statale Adriatica.

Agricoltori e trattori  in marcia anche qui
Agricoltori e trattori in marcia anche qui

Sono "sbarcati" anche a Porto San Giorgio i trattori che stanno invadendo l’Europa e che sembrano decisi ad arrivare in massa a Roma per portarvi gli agricoltori che protestano contro le politiche agrarie comunitarie e nazionali. Sono sbarcati a Porto San Giorgio, in verità si sono sistemati nel parcheggio sito alle spalle della struttura sanitaria Palmatea a Santa Maria a mare. Sono arrivati circa un centinaio di trattori e 200 persone provenienti anche dalle province di Ascoli e Macerata. A partire dalle ore 9,45 circa di ieri mattina hanno eseguita la loro manifestazione con il permesso dalla questura, che si è svolta in maniera tranquilla e che ha infastidito neanche più di tanto gli automobilisti visto che si è svolta lungo la strada statale Adriatica sempre stracolma di traffico. Una quindicina di mezzi agricoli incolonnati e alla velocità di 8-10 km/h hanno preso la statale verso nord fino alla rotatoria di via Marche di Porto San Giorgio percorrendo una decina di chilometri. Marcia indietro e indirizzati verso sud sempre i 15 trattori incolonnati e alla velocità di 8-10 chilometri fino alla rotatoria di Marina di Altidona e poi rientro dopo aver percorso 14 chilometri. Inevitabili code e (una in particolare tra Pedaso e Porto San Giorgio), e rallentamenti. Tutto qui.