Ciak, si gira una nuova fiction. Omicidio sui monti Sibillini. Indaga il commissario Serli

La troupe è già sul posto per realizzare quella che sarà la puntata zero, verrà valutato poi il potenziale della serie che nel progetto iniziale prevederebbe sei o sette episodi.

Ciak, si gira una nuova fiction. Omicidio sui monti Sibillini. Indaga il commissario Serli
Ciak, si gira una nuova fiction. Omicidio sui monti Sibillini. Indaga il commissario Serli

Una nuova fiction, sperimentale, per promuovere le Marche e i Sibillini. Il fenomeno ‘Commissario Montalbano’ ci ha insegnato negli ultimi anni che spesso le serie televisive sono uno strumento dall’enorme potenziale per promuovere territorio, ed eco appunto che nei prossimi giorni la città di Amandola diverrà lo sfondo ideale per la realizzazione di una nuova serie televisiva made in Marche. Protagonista: il commissario Federico Serli, che insieme al vice commissario Michele Marchetti, della polizia di Stato di Amandola, proveranno a fare luce su un omicidio misterioso, in un alternarsi di suspense e colpi di scena che coinvolgerà il territorio dei monti Sibillini.

La troupe è già sul posto per realizzare quella che sarà la puntata ‘0’, una sorta di storia sperimentale per valutare il potenziale della serie, che nel progetto iniziale prevede 6-7 puntate. Persino la casa di produzione è marchigiana, parliamo della ‘Drc Production’ con i produttori Diego Corvaro e Nazareno Gismondi e vedrà alla regia Giovanni Lani.

La serie dal titolo ‘Federico Serli, commissario’, è basata sulla sceneggiatura di Stefano Arcangeli e Gianluca Franceschetti ed è ambientata, appunto nell’area interna del Fermano. Sullo sfondo, le vecchie leggende legate alla figura della Sibilla, che si collegano alle indagini divise in due filoni: uno formale di commissario e vice commissario, gli attori Gianluca Franceschetti e Guglielmo Pistolesi; l’altro gestito in segreto, dalla giovane coniuge del commissario, interpretata da Elisabetta Mancusi a cui si aggiunge la presenza dell’attrice locale Gaia Dellisanti.

"Sarà sicuramente un’occasione importante di promozione del territorio – dichiara il sindaco Adolfo Marinangeli – come già avvenuto per altri film e girati in zona. Da tempo e in collaborazione con la comunità stiamo lavorando al rilancio del turismo e dell’economia locale, che può avvenire anche tramite queste operazioni. Voglio esprimere il mio più sentito ringraziamento a tutta la produzione per aver scelto Amandola quale centro per la produzione della serie televisiva. Come Amministrazione faciliteremo le attività della produzione sotto il profilo logistico, fornendo spazi e locali pubblici e autorizzazioni necessarie per consentire le riprese". Qualche indiscrezione sulla puntata ‘0’, una donna originaria di Roma che ha acquistato casa ad Amandola viene trovata morta, il decesso è avvolto nel mistero, scattano le indagini. Alessio Carassai