Deve dei soldi e minaccia agricoltore: lui gli ribalta l’auto con la ruspa

Un agricoltore, stanco di non essere pagato per una fornitura di 60.000 euro, ha distrutto l'auto del debitore con una ruspa. La vicenda è stata documentata in un video diventato virale. I carabinieri indagano per danneggiamento aggravato

Fermo, 7 febbraio 2024 – Nonostante fosse debitore di un’azienda agricola di Fermo per la somma di 60.000 euro, si è presentato per ritirare una nuova fornitura. Quando il titolare gli ha detto che non avrebbe fatto alcuna consegna senza il saldo della precedente, lui lo ha apostrofato, pare tirando in ballo anche il figlio, e lo ha minacciato.

L’agricoltore, di tutta risposta, si è messo al guida di una ruspa e gli ha demolito l’auto. Un amico del proprietario del veicolo, ha girato un video – diventato subito virale - per documentare quanto accaduto e per denunciare il titolare dell’azienda agricola per danneggiamento aggravato. Indagano i carabinieri sulla vicenda figlia dell’esasperazione che gli agricoltori stanno vivendo in questi giorni.

Deve dei soldi e minaccia agricoltore: lui gli ribalta l’auto con la ruspa
Deve dei soldi e minaccia agricoltore: lui gli ribalta l’auto con la ruspa

Come detto, tutto è iniziato con il mancato pagamento della fornitura di una grossa quantità di prodotti per un valore totale di 60.000 euro, un mancato pagamento andato avanti per mesi. Il titolare dell’azienda agricola, visti i tempi di crisi, ha insistito non poco per essere saldato, senza però avere riscontro. Poi si è visto arrivare nuovamente il suo debitore con l’intenzione di ritirare una nuova fornitura e anche questa volta senza pagare.

Il titolare dell’azienda gli ha così ribadito che se non avesse saldato la vecchia fornitura non gli avrebbe consegnato alcun prodotto ulteriore dei suoi terreni. A quel punto il debitore, stizzito, ha iniziato ad insultare l’agricoltore, pare tirando in ballo anche il figlio.

Infine, vista l’intenzione del titolare dell’azienda di non fare alcune ulteriore consegna, sarebbe passato alle minacce dirette.

L’agricoltore, esasperato dalla situazione e convinto di essere dalla parte della ragione, ha pensato bene di farsi giustizia da solo: si è messo alla guida del mezzo utilizzato per spostare i bancali di merce e ha letteralmente sollevato l’auto del debitore lanciandola in aria, per poi farla atterrare rovesciata. Un gesto che potrebbe costare caro al titolare dell’azienda, ma chissà che soddisfazione per lui, dopo aver pregato per mesi il suo debitore senza ottenere un centesimo.