Falerone: 6,9 milioni per la scuola di Piane

L’opera va a completare il nuovo polo scolastico di via Spineto .

Falerone: 6,9 milioni per la scuola di Piane
Falerone: 6,9 milioni per la scuola di Piane

Falerone, 6,9 milioni di euro per la realizzazione della nuova scuola elementare e dell’infanzia di Piane. L’opera di fatto va a completare il nuovo polo scolastico di via Spineto, dove qualche anno fa è stata inaugurata la scuola media ‘Don Bosco’. "L’attenzione per la ricostruzione dell’edilizia scolastica è massima – spiega il commissario Guido Castelli – e vogliamo far sì che ci siano tutte le risorse necessarie per scuole sicure e sostenibili. Il progetto di Falerone rappresenta un’opportunità importante per la comunità scolastica del territorio: per questo continuiamo a lavorare al fianco del sindaco Armando Altini e del vicesindaco Pisana Liberati, così da garantire un avanzamento costante delle opere". Il nuovo plesso scolastico, che ospiterà elementari ed infanzia rappresenta un significativo passo avanti verso la realizzazione di un polo educativo integrato, visto che andrà ad integrarsi al complesso strutturale già esistente che ospita: scuola media, palestra, alcuni laboratori e biblioteca. Con una superficie che raggiunge i 1.790 metri quadrati, divisi equamente tra elementare e infanzia, la struttura sarà collegata appunto con il resto del polo per creare edificio interconnesso, tutto sviluppato a al piano terra e supportato da un’area verde. Questo progetto non si limita a una mera costruzione architettonica: è un vero e proprio intervento pedagogico e urbanistico che aderisce al principio della ‘scuola aperta’, La scelta di una composizione architettonica avanzata e di un approccio progettuale completo mira a creare uno spazio che rispecchi le nuove direttive europee sulla didattica e sugli spazi di apprendimento, proiettando così Falerone nel futuro dell’educazione. "Il progetto per la nuova scuola elementare ed infanzia – spiega il sindaco Armando Altini – era fermo da tempo, il 31 dicembre 2021 il progetto definitivo era stato approvato per un finanziamento di 4.350.000 euro, ma a causa dei rincari delle materie prime, ha subito almeno tre rimodulazione dei prezzi e finalmente siamo arrivati a 6.900.000 euro che ci permetteranno di completare l’opera. Siamo felici era un’opera tanto attesa che sarà dedicata ai ragazzi e al futuro del nostro territorio".

Alessio Carassai