Fermana, l’ex Manzi tra presente e passato

Oggi pilastro dell’Entella, per un anno in gialloblù: "Ho un ricordo splendido di quei mesi, ma domenica noi dobbiamo vincere"

Fermana, l’ex Manzi tra presente e passato

Claudio Manzi, in gialloblù nella stagione 2020/2021, oggi pilastro dell’Entella

Vero che le partite in cui la Fermana deve puntare assolutamente a fare risultato sono altre, ma a questo punto della stagione non si può più guardare in faccia nessuno. Per questo la gara contro la Virtus Entella, in programma per domenica alle ore 14, offre un’altra occasione per provare ad alimentare il sogno salvezza. Un match certamente non semplice neanche per i liguri che, dopo lo stop contro il Gubbio, devono riprendere la marcia verso i playoff. Sarà una partita diversa dalle altre per Claudio Manzi, in gialloblù nella stagione 2020/2021, oggi pilastro della difesa della squadra di Gallo. Così ha parlato ai microfoni del club del suo periodo con mister Antonioli prima e Cornacchini poi: "A Fermo ho giocato una stagione, ma è stata molto importante quell’esperienza per la mia crescita. Non giocai tantissimo in quel campionato, ma ho un ricordo splendido di tutte le persone incontrate in quei mesi". 10 presenze in totale, dopo l’arrivo in estate dal Lille. Era andato in Francia per l’operazione che portò Osimhen al Napoli, ancora oggi parecchio discussa. "Fu la mia prima volta lontano da casa nel calcio professionistico dopo il settore giovanile e conservo davvero un bellissimo ricordo di Fermo e di tutta la Fermana". Dei tre arrivati dal breve passaggio francese, è stato sicuramente quello che più aveva dimostrato di meritare la categoria. Non a caso a Chiavari si è imposto così. "Come si dice in questi casi, però, ora il mio presente è l’Entella. Sappiamo dell’importanza della partita e la stiamo preparando nel migliore dei modi. In queste settimane la vittoria obiettivamente ci è mancata e credo che in alcune partite, come quella contro l’Olbia, l’avremmo anche meritata. Sta a noi adesso lavorare sodo e cercare di tornare a conquistare i 3 punti". Come dicevamo, la Fermana è alla ricerca disperata di punti, ma l’impegno non sarà preso sottogamba dalla Virtus Entella. Manzi continua: "Senza troppi giri di parole per noi la partita di domenica sarà una tappa di fondamentale importanza. Siamo reduci da un buon punto, maturato su un campo tosto come quello di Gubbio, ma per dar valore a quanto di buono fatto lunedì dobbiamo fare di tutto per tornare alla vittoria. Il gruppo è un gruppo sano. Siamo un collettivo giovane e cerchiamo di aiutarci quotidianamente. È chiaro che una vittoria porterebbe un po’ più di entusiasmo nello spogliatoio e per questo siamo carichi e concentrati per domenica". Intanto è stato designato l’arbitro della partita: si tratta di Giorgio Bozzetto della sezione di Bergamo. Due i precedenti con la Fermana, entrambi terminati in pareggio nella scorsa stagione contro Gubbio e San Donato Tavarnelle. La sfida tra Entella e Fermana sarà speciale anche perchè per la prima volta in Italia le formazioni verranno annunciate in braille.

Filippo Rocchi