Festa dei Folli, buona la prima: "Faremo il bis"

Il Carnevale medievale di Sant'Elpidio a Mare ha attirato grandi e piccini con una festa colorata e divertente. La città ha risposto in modo straordinario, e gli organizzatori sono soddisfatti. Ora si pensa già all'edizione del 2025.

Festa dei Folli, buona la prima: "Faremo il bis"
Festa dei Folli, buona la prima: "Faremo il bis"

Per la Festa dei Folli, buona la prima. Il Carnevale medievale ha riempito Piazza Matteotti, ha fatto divertire grandi e piccini e molti hanno accolto l’invito a presentarsi con la maschera del tempo per una domenica pomeriggio colorata, piena di musiche, di frizzi e lazzi che si è conclusa con il rogo di Re Carnevale, una sorta di trait d’union con i festeggiamenti del carnevale dei tempi moderni che rivedrà la piazza Matteotti animata l’11 febbraio per il ‘Carnival’ con sfilata di gruppi mascherati. Ideata per completare il cartellone delle manifestazioni storiche elpidiensi, la Festa dei Folli ha rispettato le aspettative dei suoi promotori, Ente Contesa (con contrade storiche e delegazioni foranee) e Comune che, da tempo, accarezzavano l’idea di proporre una simile manifestazione. "La risposta della città è stata straordinaria – il commento degli organizzatori – in termini di affluenza e di partecipazione attiva agli spettacoli. Ci sono diverse cose da aggiustare e affinare su cui lavoreremo per una edizione del 2025 ancora più avvincente". Finita la festa, è tempo di ringraziamenti, "all’assessore alle manifestazioni storiche, Paolo Maurizi, alle contrade e alle delegazioni, all’amministrazione comunale per il sostegno e a quella di Porto Sant’Elpidio per la messa a disposizione di alcuni materiali – elenca l’Ente Contesa – e alle compagnie teatrali, capitanate da Gabriele Claretti, Mirco Abruzzetti e Roberto Rossetti, alla compagnia teatrale ‘Li Ridiculi’ al service di Riccardo Donati".