Iniziati i lavori di consolidamento del cimitero comunale

Sono iniziati i lavori di consolidamento del cimitero di Monte Vidon Corrado, necessari per la messa in sicurezza dopo il terremoto del 2016. Inoltre, è stata inaugurata una nuova pensilina per la fermata dell'autobus lungo la strada provinciale 52.

Iniziati i lavori  di consolidamento  del cimitero comunale
Iniziati i lavori di consolidamento del cimitero comunale

Sono ufficialmente partiti i lavori di consolidamento del cimitero comunale di Monte Vidon Corrado, contestualmente è stata inaugurata da pochi giorni una nuovissima pensilina per la fermata dell’autobus. Quelli del cimitero erano lavori importanti che si attendevano da tempo per la sistemazione e messa in sicurezza, sia per i danni provocati dal sisma 2016, ma anche per consolidare la parte più antica della struttura per un importo complessivo di 300.000 euro. "Il progetto di recupero era pronto già da molto tempo e l’opera era stata appaltata con regolarità – spiega il sindaco Giuseppe Forti – ma abbiamo avuto alcune complicazioni che hanno fatto allungare i tempi. Infatti, alle mura esterne del cimitero erano allacciati i cavi della linea elettrica che alimentano una buona parte del paese. E’ stato necessario prima spostare tutti i cavi, operazione che la società Enel ha concluso da pochissimo tempo. Finalmente sono partiti da qualche giorno i lavori di consolidamento che sono di varia natura: le operazioni riguarderanno da un lato l’adeguamento e ammodernamento sismico della struttura, dall’altro il consolidamento di un versante del cimitero quello per intenderci della parte più antica del cimitero dove si trova anche la cappellina dove è stato riscontrato un dissesto idrogeologico importante, che stava facendo scivolare le mura che andremo a sanare. Il cantiere è stato aperto da alcuni giorni e siamo fiduciosi che gli interventi verranno conclusi in pochi mesi". Di natura completamente differente, ma utile la costruzione di una pensilina lungo la strada provinciale 52 in direzione di Montegiorgio.