"Le quattro bandiere? Il merito è di tutti"

L’ex assessore al turismo Di Virgilio non ci sta: "Il loro ottenimento non dipende soltanto dal lavoro dell’attuale amministrazione"

"Le quattro bandiere? Il merito è  di tutti"
"Le quattro bandiere? Il merito è di tutti"

"Noi non polemizziamo circa il conferimento delle bandiere e ne siamo più che lieti poiché amiamo Porto San Giorgio. Tuttavia riteniamo che la maggioranza debba dire le cose per quelle che realmente sono piuttosto che continuare a gettar fumo negli occhi dei cittadini". L’ex assessore al turismo, Andrea Di Virgilio, è fortemente irritato per le dichiarazioni rilasciate dal consigliere di maggioranza, Andrea Rogante, secondo cui l’ottenimento da parte di Porto San Giorgio di 4 bandiere che la caratterizzano (verde, blu, lilla e gialla) sia dovuto esclusivamente al lavoro svolto dall’attuale amministrazione, mentre nulla in proposito avrebbe fatto la precedente. Innanzitutto l’ex assessore critica che nello svolgimento dell’attività promozionale turistica l’amministrazione comunale non avrebbe posto in evidenza i valori aggiuntivi, dovuti al possesso delle bandiere. Detto questo, l’ex assessore entra nello specifico dei quattro vessilli assegnati a Porto San Giorgio. La bandiera verde viene conferita ove le spiagge siano a misura di bambino secondo il giudizio espresso a livello nazionale da un folto gruppo di pediatri. Quest’anno Porto San Giorgio l’ha avuta per la 13esima volta consecutiva: "Quali sarebbero i meriti dell’attuale amministrazione" osserva polemicamente Di Virgilio: "La bandiera blu – prosegue – viene data alle spiagge e alle acque che per almeno 4 anni consecutivi abbiano conseguito una buona valutazione in base a diversi criteri di giudizio ambientali (cifr. pag. 9 procedura operativa della Fee circa l’assegnazione bandiera blu 2023). Nel 2019 furono fatti dei rilievi delle acue marine che portarono alla sospensione della bandiera; negli anni successivi la precedente amministrazione ha sempre depositato presso l’ente competente adeguata documentazione atta a certificare la qualità delle acque sangiorgesi. Dal 2019 al 2023 le analisi sono risultate ottimali e, finalmente, dopo 4 anni, ovverosia nel 2023, è stato possibile ottenere di nuovo la bandiera blu così come da documento citato". Per quanto riguarda il vessillo lilla viene dato a comuni che favoriscono il movimento turistico a persone con disabilità, un principio a Porto San Giorgio sempre rispettato fino alla realizzazione di una spiaggia libera dedicata ai portatori di handicap. Infine il 2023 ha visto la conferma della bandiera gialla ma con due bike smile, miglioramento conseguente alla realizzazione della pista ciclabile sul lungomare nel 2022.

Silvio Sebastiani