Montappone, va in pensione il medico di famiglia Massimo Peroni

Il dottore aveva parecchi assistiti che però non subiranno disagi: già trovato il sostituto a cui affidare i pazienti

Montappone, va in pensione il medico di famiglia Massimo Peroni
Montappone, va in pensione il medico di famiglia Massimo Peroni

Il 31 dicembre Massimo Peroni ha svolto il suo ultimo giorno come medico di famiglia a Montappone, ma per i suoi assistiti sarà un avvicendamento senza grossi disagi. Nei giorni scorsi Massimo Peroni, residente proprio a Montappone, aveva annunciato l’intenzione con un post sul suo profilo social. "Il 31 dicembre era il mio ultimo giorno di lavoro da medico di medicina generale – ha dichiarato Massimo Peroni -. Ho iniziato nel 1994 quasi come una scommessa e sono passati 30 anni. Non potevo pensare che avrei dovuto affrontare di tutto, anche una pandemia. Ora è tempo di passare la mano ad altre ‘energie’, più giovani, augurando loro che possano dare sempre il meglio, per sé e per tutti. Io proseguirò a lavorare, con altri ritmi, ma come specialista e medico della persona". Prima di lasciare il suo ruolo però, Massimo Peroni ha garantito che i suoi assistiti non avessero disagi di alcun genere, stabilendo con anticipo chi sarebbe subentrato, ruolo che è stato assegnato alla dottoressa Loukia Balatsinou. "Ringraziamo prima di tutto il nostro concittadino Massimo Peroni – spiega il sindaco Mauro Ferranti – per l’impegno e la disponibilità di questi anni nei confronti di una larga parte della popolazione; e del suo impegno per organizzare un passaggio di consegne che non ha creato disagi. Allo stesso modo ringrazio la dottoressa Loukia Balatsinou, che ha garantito un servizio ambulatoriale a Montappone per 3 ore giornaliere cinque giorni alla settimana. Un servizio importante specie per le persone un po’ più avanti negli anni". L’ambulatorio è stato allestito in via Roma n.43, i pazienti del dottor Massimo Peroni, sono stati trasferiti in automatico alle cure di Loukia Balatsinou; ma per chi volesse effettuare un cambio può ancora farlo entro il 5 gennaio ai medici associati in rete: Saric Sadik; Sergio Teodori e Giuseppena Pennesi.

a.c.