Notte fonda Fermana: ko anche a Rimini

Quarto ko consecutivo per i canarini, sempre più ultimi in classifica. Partita decisa da una rete di Morra nel primo tempo

Notte fonda Fermana: ko anche a Rimini
Notte fonda Fermana: ko anche a Rimini

rimini

1

fermana

0

(4-3-3): Colombi; Lepri, Gigli, Pietrangeli, Semeraro; Megelaitis, Langella (dal 33’ st Delcarro), Iacoponi (dal 21’ st Leoncini); Lamesta, Morra (dal 33’ st Ubaldi), Cernigoi (dal 21’ st Capanni). A disposizione: Colombo, Marchesi, Gorelli, Delcarro, Stanga, Accursi, Lombardi, Ubaldi, Rosini, Selvini. Allenatore: Emanuele Troise

FERMANA (3-5-2): Furlanetto; Spedalieri, Padella (dal 25’ st Pinzi), Gasbarro; Eleuteri, Scorza (dal 37’ st Paponi), Giandonato (dal 37’ st Fontana), Misuraca, Calderoni; Curatolo (dal 29’ st Tilli), Montini (dal 29’ st Semprini). A disposizione: Borghetto, Mancini, Pistolesi, Tilli, Pinzi, Paponi, Santi, Fontana, Biral, Grassi, Laverone, Semprini. Allenatore: Stefano Protti.

Marcatori: 35’ pt Morra

Note. Ammoniti Langella e Megelaitis per il Rimini, Pinzi per la Fermana; 7-6 corner, 6-1 fuorigioco; 2’ pt 5’ st recupero

È sempre più notte fonda per la Fermana. Arriva l’ennesima sconfitta a Rimini, la quarta consecutiva. Decisivo il gol di Morra per il Rimini che si allontana sempre di più dalla zona playout. Intanto la Juventus Next Gen e la Vis Pesaro nel pomeriggio avevano vinto le loro partite lasciando la Fermana sempre più ultima. Ora la squadra più vicina ai gialloblù ritorna a essere il Sestri Levante, con 12 punti, +5 dai gialloblù. Protti per la trasferta di Rimini opta per il 3-5-2. Dopo pochi minuti, c’è la prima occasione del Rimini con Lamesta che ci prova di sinistro al volo da dentro l’area, ottima risposta di Furlanetto. Nel primo tempo il Rimini domina il lungo e in largo, ma quantomeno la Fermana riesce a respingere bene. Nel giro di sette minuti, l’ex Sambenedettese Cernigoi ha tre chance per il vantaggio. La più pericolosa al 25esimo in ripartenza: girata da dentro l’area ma non inquadra lo specchio della porta. Al 35esimo il gol del Rimini: lancio lungo dalla difesa per Morra che ci prova al volo, miracolo di Furlanetto sul tiro da due passi. L’attaccante rimane solo dopo un’incomprensione tra Padella e Gasbarro su una palla che sembrava innocua e sulla ribattuta segna. Lamesta ancora pericoloso al 43esimo con un tiro deviato diretto all’angolino, Furlanetto con un bell’intervento la mette fuori.

La prima conclusione dei gialloblù arriva al 47esimo con Calderoni che ci prova dalla lunga distanza ma la palla va fuori. La Fermana prova a venire fuori nel secondo tempo e in qualche occasione schiaccia anche il Rimini dietro. Ma nessuna occasione e nessun tiro con una manovra lentissima e nessuna idea offensiva. La prima vera occasione a è al 72esimo con Misuraca: scatta sulla destra, mette a sedere il difensore con una finta ma quando va al tiro la spara alta. Pochi minuti dopo, Furlanetto fa un altro miracolo su Lamesta che era ripartito tutto solo. Al 92esimo Tilli da due passi si mangia il gol del pareggio mettendola fuori di testa. La Fermana si riversa in attacco e lo fa anche bene, come poche volte si era visto in questa stagione. Ma per svegliarsi è troppo tardi.

Filippo Rocchi