Per la Yuasa Battery un ko che non fa male . I ragazzi di Ortenzi faticano ad ingranare

Nell’ultima trasferta di campionato in quel di Aversa arriva una sconfitta, ma il primo posto era già stato messo in cassaforte

Per la Yuasa Battery un ko che non fa male . I ragazzi di Ortenzi faticano ad ingranare

Le indicazioni di coach Ortenzi ai suoi ragazzi

WOW Green House Aversa

3

Yuasa Battery

1

WOW GREEN HOUSE AVERSA: Pinelli 3, Canuto 12, Presta 5, Argenta 22, Lyutskanov 1, Marra 4, Spignese (L), Rossini (L), Biasotto 2, Spagnuolo De Vito 0, Chiapello 12, Schioppa 0, Gatto 0, Agrusti 5. N.E. All. Tomasello

YUASA BATTERY GROTTAZZOLINA:> Lusetti 1, Vecchi 21, Canella 4, Mitkov 21, Ferraguti 12, Cubito 12, Foresi (L), Mattei 1, Fedrizzi 0, Marchiani 0, Romiti (L), Cattaneo 0. N.E. Nielsen, Marchisio. All. Ortenzi

Arbitri: Salvati, Vecchione

Parziali: 25-21, 25-22, 21-25, 26-24. Durata set: 24′, 26′, 25′, 32′; tot: 107′

Ultima trasferta stagionale per la capolista Yuasa Battery Grottazzolina, sconfitta per 3-1 al PalaJacazzi dalla Wow Green House Aversa. Una gara ininfluente in termini di classifica, ma profondamente segnata dal lutto che ha colpito in settimana i grottesi per la scioccante scomparsa del giovanissimo Gionatan Vittori.

La cronaca. La Yuasa parte con il freno a mano tirato nei primi scambi, con Aversa che prende il largo sull’8-3 con Argenta sugli scudi. La squadra di Ortenzi fatica ad ingranare le marce giusta, singhiozzando al servizio e risultando poco efficace al muro. Aversa controlla in scioltezza fino al 16-11, quando i grottesi hanno un sussulto con Vecchi: gli ospiti piazzano il break e risalgono fino al 21-19, per poi mollare il colpo e cedere sul 25-21 che regala il primo set ai campani. Nel secondo parziale la Yuasa parte meglio, approfittando delle ottime giocate di Cubito e Ferraguti (6-8). Aversa, però, non molla la presa e resta incollata a Grottazzolina per tutto l’arco del set: il punto a punto si protrae fino alla fine, con le squadre appaiate prima dell’arrivo. La Yuasa resta avanti sul 21-20, ma un break propiziato dal solito Argenta ribalta tutto: Aversa prende il largo e sale sul 2-0 (25-22).

Nel terzo set la compagine di Ortenzi parte ancora una volta con i ritmi sbagliati (8-4), ma ha la forza di non demordere e resta agganciata al match. Con le spalle al muro i grottesi provano ad esaltarsi e ritrovare quella continuità che manca: Vecchi sale in cattedra e guida la rimonta, con la Yuasa che in un amen prima impatta e poi mette la freccia sul 19-21. Questa volta Aversa non ha la forza di controbattere e Grottazzolina riapre i giochi sul 21-25. Nel quarto set la battaglia si infiamma: a prescindere dal risultato ininfluente, le formazioni si affrontano a viso aperto ed il punto a punto è serrato. Avesa sale sul 16-13, ma Grottazzolina replica e torna sul -1. La contesta viene decisa ai vantaggi: i padroni di casa dimostrano più lucidità e si impongono sul 26-24. Per la Yuasa il bello arriva adesso: testa ai playoff che serviranno a coronare una regular season da assoluti protagonisti.