Ponte Ete Morto, aggiudicati i lavori

Lunedì è avvenuta l’assegnazione dell’intervento alla ditta Research Consorzio Stabile Scarl di Salerno

Ponte Ete Morto, aggiudicati i lavori
Ponte Ete Morto, aggiudicati i lavori

Procede speditamente, rispettando il cronoprogramma stabilito, la procedura per l’assegnazione dei lavori per il nuovo ponte sull’Ete Morto a Casette d’Ete. Lunedì c’è stata l’assegnazione definitiva dell’intervento al Research Consorzio Stabile Scarl (Salerno), che ha offerto una percentuale al ribasso del 15,6% sui 3milioni 155mila euro (fondi del Pnrr che la Regione ha destinato a quest’opera) posti a base d’asta, superando le offerte delle altre imprese che hanno risposto al bando e aggiudicandosi l’appalto. Contrariamente a quanto qualcuno aveva ipotizzato circa lo scarso appeal che poteva riscuotere il bando visti gli importi esigui rispetto all’impegno richiesto, erano state 9 le ditte che hanno partecipato alla gara. Adesso, il tempo di sbrigare le pratiche burocratiche, firmare il contratto, poi i lavori possono iniziare, presumibilmente entro ottobre, così come avevano previsto fin dall’inizio dirigenti e tecnici del Genio Civile Marche sud. Nel frattempo, in questi giorni, a Casette d’Ete, nei pressi dell’attuale ponte, stanno continuando i movimenti propedeutici al trasferimento delle condotte (come gli scavi che sta facendo il Tennacola per spostare le tubature idriche) sulla passerella di servizio che sarà montata entro la prossima settimana o comunque prima della pausa ferragostana. "Vogliamo tranquillizzare i residenti sul fatto che il ponte sull’Ete Morto – spiegano dal Genio Civile – sarà chiuso solo per una giornata, presumibilmente l’11 agosto (sarà emessa apposita ordinanza sindacale e data adeguata comunicazione alla cittadinanza, ndr), solo per motivi di sicurezza fintanto che saranno spostati i servizi sulla passerella realizzata appena più a monte del ponte stesso e per la quale sono già iniziati i lavori. In questo modo, abbiamo la possibilità di guadagnare tempo prezioso affinché, quando la ditta appaltatrice sarà pronta ad allestire il cantiere per realizzare la nuova infrastruttura, trovi le condutture già spostate e messe in sicurezza, e possa concentrarsi sulla costruzione dell’opera". Resta l’impegno assunto fin dall’inizio di questa importante e attesa operazione da parte del Genio Civile e dell’amministrazione comunale, di limitare al massimo i disagi alla circolazione per cui, anche durante i lavori per il nuovo ponte, l’intento è di fare ricorso il più possibile al senso unico alternato, riducendo a una settimana o poco più i tempi di chiusura del ponte.

Marisa Colibazzi